Gravidanza

Le ultime novità del 2013 per una gravidanza in salute

Foto del Profilo
di Michela Gregoris il
Commenti (0)

Che siano solo la conferma di buone norme dettate dal buonsenso o meno, ecco cosa hanno rivelato alcuni studi in tema di gravidanza nell’anno appena concluso.

Affectionate Couple

L’esercizio fisico in gravidanza fa bene al cervello del bambino

Uno studio fatto dai ricercatori dell’Università di Montreal ha dimostrato che le mamme che praticano attività fisica durante la gravidanza aiutano lo sviluppo del cervello dei loro bambini. Applicando degli elettrodi sulla testa dei neonati, si è scoperto che i figli di quelle mamme che durante la gravidanza avevano continuato a praticare sport avevano un cervello molto più attivo rispetto a quelli delle mamme la cui vita in gravidanza era stata caratterizzata dalla sedentarietà.

Lo stretto legame fra salute della mamma e salute del bambino

Non vi è alcun dubbio che più la mamma è in salute più probabilità ha il nascituro di essere in buona salute. Questo legame però si spinge anche fino ai primi anni d’età del bambino, attraverso meccanismi spesso “indiretti” che la medicina sta iniziando solo adesso a comprendere. Fra gli studi più recenti, troviamo quello di Julie Herbstman, docente di scienze ambientali presso la Mailman School of Public Health della Columbia University, e colleghi, apparso sulla rivista online PLOS ONE. La ricerca ha preso in esame i mutamenti che avvengono nel DNA del feto durante la gravidanza.

Si è nello specifico analizzato il grado di metilazione, un processo biochimico che regola l’espressione dei geni, e che a quanto pare permane anche dopo la nascita, come una sorta d’impronta che influenzerà la salute del bambino anche dopo la nascita. Lo studio ha quindi supportato l’ipotesi che i cambiamenti nella metilazione del DNA che avvengono nelle prime fasi di sviluppo sono importantissimi perché hanno un impatto di lunga durata.

L’influenza dell’obesità

Sempre nello stesso studio, si è cercato di capire anche come influisce l’indice di massa corporea (IBM) della madre sulla salute del bambino. Secondo i dati raccolti, un IBM alto sarebbe associato a bassi livelli di metilazione, il cui effetto dura fino al terzo anno di età del bambino.

L’importanza del riposo

Se alimentazione ed attività fisica sono due aspetti importanti durante la gravidanza, da non sottovalutare è anche il riposo. Uno studio condotto dall’Università di Pittsburgh, pubblicato sulla rivista Psychosomatic Medicine, ha rivelato che le donne soggette a sonno disturbato presentano con maggiore probabilità uno stato alterato della gravidanza. Inoltre, un sonno qualitativamente scarso può più facilmente portare a problemi durante il parto. Pare anche che poco sonno abbia conseguenze sulle dimensioni del bebè, che potrebbe nascere con un peso inferiore alla norma.
Sembra poi che il riposo sia in grado di favorire anche il concepimento, aumentando le probabilità di buona riuscita nei casi di fecondazione in vitro.

Bio
Ultimi Post
Foto del Profilo
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti