Vita di Coppia e Famiglia

Le decisioni spettano alla coppia e a nessun altro

Foto del Profilo
di Emanuel Bongiovanni il
Commenti (0)

Tra moglie e marito non mettere il dito

decisioni-coppia

Coppia: due persone, due animali o due cose uniti per uno scopo e considerati come un’unità organica, il termine indica due individui considerati un insieme unitario, due e solo due. In un mondo perfetto.

Quel “noi” creato attraverso un lungo processo fatto di compromessi, comunicazione, profonda consapevolezza dei bisogni dell’altro e di scontri comporta un continuo investimento di energie fisiche e mentali, sempre all’insegna di un sottile equilibrio da trovare nelle varie prove cui la coppia è chiamata a rispondere: dall’educazione dei figli alla gestione della casa. Intromissioni esterne in questo microcosmo, pur basate dalle migliori intenzioni, possono essere letali come un meteorite che cade sulla Terra.

Solo ai corrispettivi di questa unione spettano le scelte su cui fondare il loro futuro in quanto sono gli unici che conoscono la reale situazione che hanno di fronte. Eppure, le ingerenze esterne sono all’ordine del giorno: file di mamme e papà preoccupati partecipano attivamente nella vita familiare dei propri figli ormai accasati.

Se prima, questo non recidere mai del tutto il cordone ombelicale dai propri genitori, poteva essere un problema prettamente culturale dell’area mediterranea, ora entra in causa anche il fattore economico-lavorativo; i suoceri sono spesso parte attiva della vita della coppia in quanto, o sostengono economicamente i propri figli che non riescono ad ottenere una reale indipendenza lavorativa, o fungono da baby parking quando entrambi i genitori lavorano.
Naturale quindi che essi pretendano di partecipare attivamente alle decisioni di questo piccolo universo, che fatica a far rispettare determinati paletti, spesso anche per comodità degli interessati.

Non solo genitori, ma anche amici, fratelli, cognati possono incidere negativamente ed instillare dubbi. Non servono certo studi di psicologia per capire che il ricorso alla propria famiglia d’origine o ad altri fattori esterni per risolvere problematiche all’interno di una coppia, è sintomo di insicurezza, di mancanza di fiducia nei propri mezzi e di scarsa comunicazione fra le parti.

Le famiglie di oggi in realtà, più moderne, allargate ed anche meno convenzionali se vogliamo, soprattutto fuori dai confini italiani, rappresentano sempre meno un ostacolo per la coppia, nel dubbio bisogna da subito mettere questi famosi paletti. Se non si interviene in tempo il rischio che i problemi diventino cronici è molto alto. Un dato su tutti: il 30% dei matrimoni finisce con una separazione a causa dei suoceri, come ha mostrato un servizio del TG1 sull’argomento. Meditate…

Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti