Gravidanza

Le Beta HCG e il test di gravidanza

Foto del Profilo
di Chantal De Honestis il
Commenti (0)

Non credo di sbagliare se dico che la maggior parte di noi donne, vedendo il ciclo ritardare, comincia a sognare e sperare di diventare presto mamma.

A questo punto, se i giorni passano e il ciclo non arriva è il caso di verificare se siamo o meno incinta. 

Ogni test di gravidanza valuterà la quantità nel nostro corpo di un ormone che si chiama Beta HCG – Gonadotropina Corionica Umana  (viene prodotto dalla placenta non appena l’o­vulo viene fecondato). Le BHCG stimolano il corpo luteo, (che è la modificazione del follicolo dopo l’ovulazione) a produrre grandi quantità di progesterone che ha funzioni fondamentali durante la prima parte della gravidanza. Infatti il progesterone aiuta la muscolatura uterina ad essere liscia e rilassata permettendo un buon attecchimento del feto;  lavora sinergicamente con gli estrogeni allo sviluppo delle pareti uterine e aiuta la formazione della placenta.

In una donna con ciclo regolare e ovulazione intorno al 14°gg, l’ormone Beta HCG comincia a prodursi intorno al 21-22° giorno del ciclo. La presenza di questo ormone la si può rilevare sia attraverso l’urina che il sangue. In un donna non incinta i valori delle Beta variano da 0 a 5/10 ml per millimetro di sangue.

Quando il valore dell’ormone è superiore, si è in presenza di una gravidanza. Inoltre il valore delle Beta stabilisce la settimana di gestazione della futura mamma.L’andamento dell’ormone tende ad aumentare con il procedere della gravidanza, salvo diminuire a partire dalla 13sima settimana per mantenersi stabile fino al termine della gravidanza.

La crescita delle Beta segue determinati  parametri di crescita:
– raddoppiano ogni 2 giorni per valori fino a 1200 UI/l;
– raddoppiano ogni 3 giorni per valori da 1200 UI/l a 6000 UI/l;
– raddoppiano ogni 4 giorni per valori superiori a 6000 UI/l.

Come anticipato quindi tutti i test di gravidanza hanno lo stesso principio, rilevare la presenza e quantità dell’ormone Beta HCG. Ormone che, come già detto, si rileva o con un’analisi sul sangue o sull’urina.

I test che si usano più frequentemente sono quelli che utilizzano l’urina, facilmente reperibili in commercio e di semplice uso. Generalmente bisogna aspettare qualche giorno dal ritardo del ciclo, anche se si cerca di produrre test sempre più precisi e in grado di rilevare la presenza delle Beta anche qualche giorno prima delle mestruazioni. Bisogna anche dire che, seppur in percentuale piccolissima, i test casalinghi e comunque sulle urine possono dare “Falsi negativi“, cioè non rilevare la presenza dell’ormone nonostante ci sia una gravidanza in atto. Se questo succede non è un errore del test, quanto per esempio, il fatto che la donna in questione, per sua natura, probabilmente produce bassissimi valori di Beta nonostante la gravidanza in atto. 

Diverso invece quando il valore viene rilevato con un esame del sangue, qui il margine di errore, tolto quello umano, è praticamente nullo. E’  infatti più facile e preciso verificare il valore dell’ormone nel sangue che nelle urine.

Solo che, non si tratti di una gravidanza “guidata” o “assistita”, il metodo più usato è quello dell’analisi sulle urine. Le ragioni sono molteplici e si spazia da motivi puramente economici, dai tempi di risposta (3 minuti per un test di gravidanza a stick su urina a una mattina per test su sangue in laboratorio), alla necessità o meno di valori precisi. 

 

Loading...
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti