Alimentazione

Le alternative senza glutine al frumento

Foto del Profilo
di Letizia Cicalese il
Commenti (0)

Quello del gluten free è un tema che oggi risulta essere di dominio pubblico e che ha invaso ormai moltissimi ambiti di discussione.

La celiachia è divenuta infatti, purtroppo, una realtà estremamente diffusa fra adulti e bambini ed è stato inevitabile portare a galla tutte le risorse di cui disponiamo per fare fronte alle esigenze di coloro che non possono assumere il glutine (contenuto in frumento, orzo, farro, e altri cereali) inventando quindi nuovi modi di cucinare e mangiare che vanno oltre la pasta senza glutine.

E’ assolutamente comprensibile che la diagnosi della celiachia spaventi e scoraggi; se ci pensiamo, la nostra alimentazione è basata in gran parte sul frumento: pasta, pane, pizza, biscotti, crackers, l’elenco è infinito. E in un primo momento ci si sente persi cercando di capire come rimpiazzare questi prodotti. Forza e coraggio, in questo articolo vogliamo fare luce su alcuni degli alimenti presenti in natura privi di glutine e che, se utilizzati correttamente, possono adeguatamente sostituire il frumento.

Riso: è uno dei cereali più diffusi e consumati al mondo, vanta tantissime varietà, ognuna delle quali si presta a diversi tipi di preparazioni in cucina. E’ disintossicante ed estremamente digeribile, e se consumato nella sua versione integrale, garantisce un’ottimo apporto di fibre. La sua farina è perfetta per crepes, pastelle, torte e biscotti.

Miglio: più che un cereale è una pianta erbacea ricchissima di proprietà. E’ rimineralizzante, discretamente proteico e ha anche un buon indice glicemico. Si utilizza nelle insalate come se fosse cous cous, oppure per preparare delle golose crocchette.

Grano saraceno: altra pianta erbacea (il nome non deve ingannare, non ha nulla a che fare con grano) ricca di ferro, zinco e selenio, perfetta anche per coloro che soffrono di diabete, si può consumare in chicchi nelle zuppe o in insalata; la sua farina è celebre per la preparazione dei buonissimi pizzoccheri valtellinesi.

Quinoa: fa parte della stessa famiglia degli spinaci e della barbabietola con cui condivide il retrogusto vagamente terroso, ed è una vera bomba di virtù. Proteica, ricca di sali minerali, si presta bene come il miglio alla preparazione di polpette, burger vegetali o insalate.

Amaranto: pianta di origini sudamericane come la quinoa, è digeribilissima e ricca di proteine e sali minerali. Si presenta in chicchi piccolissimi che possono essere cotti in padella come se fossero pop corn e poi frullati per farne in casa un’ ottima farina. Grazie alla consistenza “collosa” è ottimo per fare polpette ma si presta benissimo anche a zuppe e minestroni.

Mais: cereale conosciuto e giù molto utilizzato come fecola per ammorbidire torte e addensare salse. La sua farina è perfetta per le panature grazie all’effetto croccante che dona ciò che viene fritto.

 

Loading...
Bio
Ultimi Post
Foto del Profilo
si parla di
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti