Non rimango incinta

L’Azoospermia: causa di infertilità maschile?

Foto del Profilo
di Laura Pandolfi il
Commenti (0)

Secondo le stime dell’Organizzazione mondiale della sanità, circa il 20% delle coppie italiane è affetta da infertilità. Ogni anno, delle 450mila nuove coppie che instaurano un rapporto nel nostro paese, 90mila soffrono di problematiche di infertilità. Di queste, circa il 15% non riesce ad avere figli per cause riconducibili all’azoospermia. Vediamo quindi cos’è e come affrontarla.

Male_Infertility

L’azoospermia è definita come l’assenza completa degli spermatozoi nell’eiaculato. La diagnosi viene stabilita attraverso l’analisi del liquido seminale. Essa viene riscontrata nel 10% dei casi di infertilità maschile. Nella maggior parte dei casi essa è provocata da insufficienza testicolare.

Recentemente si è manifestato un rinnovato interesse nei riguardi di questa disfunzione, soprattutto grazie alle nuove possibilità terapeutiche che rendono la paternità biologica possibile nelle coppie per le quali la gravidanza era in precedenza impossibile.

Gli esami da effettuare per la valutazione dei pazienti azoospermici sono diversi:

Esami ormonali: le disfunzioni endocrine sono più frequenti nei soggetti infertili rispetto alla popolazione generale, ma restano comunque relativamente meno frequenti.

Analisi batteriologica: è indicata in caso di esame delle urine anormale, di infezioni delle vie urinarie e da malattie sessualmente trasmissibili. Infatti, le infezioni genitali possono stimolare la produzione di specie reattive all’ossigeno tossiche per gli spermatozoi. Anche la gonorrea e l’infezione da Chlamydia possono provocare l’ostruzione del tratto genitale.

Valutazione genetica: un numero sostanziale di disturbi dell’ infertilità maschile hanno origine genetica. In caso di azoospermia o di bassa qualità del liquido seminale si possono a volte riscontrare alterazioni cromosomiche, che a volte possono essere ereditarie e provocare aborti ripetuti e malformazioni congenite.

Ecografia: permette di localizzare anomalie interscrotali.

 Quindi consultando uno specialista e facendo i dovuti esami, l’azoospermia ostruttiva è una causa di infertilità maschile potenzialmente curabile.

Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti