Essere Mamma

L’e-commerce dell’usato per bambini…e non solo

Foto del Profilo
di Valentina Molinero il
Commenti (0)

Capita di essere insoddisfatte del proprio lavoro e si abbia voglia di cambiare; di voler cercare nuovi stimoli; di non riuscire a trovare lavoro o di voler aggiungere qualche extra allo stipendio. In tutti questi casi cosa si fa?

Basta armarsi di coraggio e… se il lavoro non c’è o non piace, inventarlo!! Il web oggi mette a nostra disposizione risorse infinite, con un po’ di fantasia e un computer a portata di mano tutte potremmo scoprire che la soluzione è sempre stata a portata di click!

Un’idea di lavoro online che nel nostro paese ancora stata pienamente sfruttata, per esempio, sembra essere quella di lavorare col riciclo: l’e-commerce dell’usato per bambini …e non solo, negli altri paesi d’Europa ha già fatto la felicità di molte mamme, perché non provare a realizzare anche in Italia uno spazio in cui vendere ciò che non si usa più, dando agli abiti e agli oggetti nuova vita?

I nostri bimbi crescono velocemente e spesso noi siamo inondate da vestiti per bambini usati poco e ancora nuovi; bene, perché non venderli e fare felici altre mamme? Ugualmente, perché conservare tutti i nostri vestiti premamam? E che dire degli oggetti che non usiamo più e che invadono le nostre case? Ognuna di queste cose può essere utile a qualcun altro, mentre per noi possono essere un utile fonte di guadagno.

Per iniziare tutto quello che serve è creare un e-commerce, ovvero uno spazio in cui poter ‘mettere in vetrina’ abiti usati o oggetti che abbiamo intenzione di vendere; col tempo, poi, potreste anche pensare di prendere contatto con altre mamme che abbiano voglia di ‘liberare un po’ l’armadio’ e guadagnare qualche soldino, facendo in modo che vi mandino gli articoli da mettere in vendita o che li inseriscano autonomamente sulla piattaforma web; voi potrete sempre conservare una percentuale sulla vendita.

La prima cosa importante da fare, dunque, è creare un sito internet o una piattaforma blogging su cui organizzare il lavoro – esistono molti spazi web già preimpostati e gratuiti, come WordPress o Altervista, che vi permetteranno di creare la vostra ‘vetrina’ virtuale in poche semplici mosse – prima di iniziare effettivamente a lavorare, poi, occorrerà fissare delle regole di vendita e acquisto.

Nel vendere abbigliamento usato ciò che è fondamentale è offrire in buono stato, puliti e stirati; ugualmente per gli oggetti conta che siano integri, puliti e, nel caso di apparecchiature elettroniche, funzionanti. Sarà necessario fotografare qualsiasi oggetto messo in vendita e corredarlo di una scheda contenente le informazioni riguardanti il materiale, il colore, la marca, l’età o la taglia e naturalmente il prezzo; sarebbe meglio che pubblicaste voi stesse ogni contenuto del sito così da avere il controllo su tutto ciò che è in vendita e mantenere rapporti diretti con la clientela, ma se ciò non fosse possibile potremmo sempre far in modo che, prima di comparire online, ogni contenuto riceva il nostro ok.

Non dimenticate, infine, che nel calcolare i prezzi di vendita dell’usato dovrete sempre inserire la vostra personale percentuale di guadagno.

In Italia il concetto di usato non è ancora molto in uso, ma la situazione sta cambiando e noi possiamo sfruttare questa nuova occasione! Tutti abbiamo voglia di risparmiare e la vendita dell’usato, se fatta bene, può davvero rivelarsi un affarone sia per il venditore, sia per l’acquirente.

Un esempio ben riuscito in Italia di e-commerce dell’usato  si chiama HipMums: uno shop online dedicato proprio alla compravendita di vestiti e accessori per bambini e abiti premaman usati. Il loro motto è: “L’eleganza non consiste in un vestito nuovo”. A realizzare il negozio sono state due amiche che hanno avuto l’idea di trasformare la loro abitudine di scambiarsi gli abitini dei figli nel loro piccolo, grande business. Hanno così aperto un sito che ora è frequentatissimo e che dà loro la possibilità di organizzare incontri con le loro clienti e partecipare a fiere, eventi moda e mercatini benefici

Naturalmente, questo è solo un esempio di come si possa creare un lavoro con facilità e senza troppi investimenti sfruttando le possibilità del web, ma ne esistono ancora molte altre impensate….quindi, forza mamme, tirate fuori il coraggio e liberate l’inventiva!!

Loading...
Bio
Ultimi Post
Foto del Profilo
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti