Senza categoria

L’alimentazione più adatta al primo trimestre

Foto del Profilo
di Michela Gregoris il
Commenti (0)

Nutrirsi nel modo corretto durante i 9 mesi di gravidanza è molto importante, perché l’organismo della donna, che sta subendo moltissimi cambiamenti, ha bisogno del giusto apporto di nutrienti: ecco quali sono gli alimenti top del primo trimestre.

Nei primi due mesi l’aumento di peso non è significativo, se non addirittura assente, e anche il fabbisogno energetico cresce di poco. Ancora non è necessario aumentare l’apporto calorico, ma è vero che è importante iniziare a fare più attenzioni a quali alimenti si assumono. Bisogna dunque imparare quali sono gli alimenti che garantiscono i nutrienti essenziali: in particolare andrà aumentato il consumo di verdure, ricche di acido folico, necessario soprattutto nei primissimi mesi.

Essenziale, inoltre, l’assunzione di ferro e proteine, che possiamo trovare in carne e pesce. Inoltre, sarà meglio prediligere pasti leggeri e più numerosi, cosa che aiuterà anche in caso di comparsa della nausea, che di solito interessa il periodo che va dalla quinta settimana alla fine del terzo mese.
Se si soffre anche di attacchi improvvisi di debolezza, è bene ricordare l’importanza di una colazione energetica e di tenere con sé qualche bustina di zucchero, in caso di improvvisi cali energetici.

Alcuni cibi, invece, in gravidanza andranno evitati:

  • pesce crudo, in particolare i crostacei
  • carne poco cotta
  • uova strapazzate
  • succhi di frutta non pastorizzati
  • formaggi molli non pastorizzati
  • fegato
  • paté e salse a base di carne o pesce affumicato

Nel primo trimestre l’embrione è molto più influenzabile dagli agenti esterni, ed è per questo che l’alimentazione va tenuta d’occhio. Inoltre andrà controllato l’aumento di peso, che non deve essere eccessivo, in modo da non incorrere in alcune problematiche come gessosi o diabete gestazionale.
La dieta dovrà quindi essere necessariamente molto varia, ricca dei nutrienti essenziali e quindi di tutti i cibi che consentono un giusto apporto di vitamine e minerali, ricca quindi di frutta e verdura. Se necessario, il medico vi potrà prescrivere eventuali integratori alimentari; inoltre ricordate che prima di assumere tisane e bevande erboristiche va consultato il medico per assicurarsi che non possano essere dannose durante la gravidanza.

Ricordatevi poi di bere molto (almeno un litro e mezzo d’acqua al giorno), di diminuire il consumo di carni rosse e di zuccheri semplici (per esempio i dolciumi, che possono essere molto dannosi per il feto), non saltare i pasti per evitare anche i cali energetici. Se poi il risultato alla toxoplasmosi è negativo, dovrete assumere particolari precauzioni per quanto riguarda le verdure crude in particolare.

Loading...
Bio
Ultimi Post
Foto del Profilo
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti