Salute

La stomatite: che cos’è e come si cura?

Foto del Profilo
di Michela Gregoris il
Commenti (0)

Esistono diverse forme di stomatite e non è sempre facile riconoscerle. Ma cos’è la stomatite e come si cura? Si tratta di un’infezione che riguarda le mucose della bocca, si presenta con vescicole dolorose e in alcuni casi anche con febbre e generalmente si debella in una decina di giorni.

Cos’è la stomatite?

Quando la stomatite viene contratta per la prima volta si parla di stomatite erpetica primaria, e i sintomi con cui si presenta possono essere abbastanza importanti: comparsa di vescicole a grappolo in vari punti del cavo orale (guance, lingua, gengive, palato, labbra) e sono così fastidiose e dolorose da impedire al bambino di mangiare. Anche i linfonodi della gola possono apparire ingrossati, mentre quando le vescicole si rompono può fuoriuscire un liquido biancastro. Soprattutto, compare la febbre che può essere anche elevata (39° e oltre).

La stomatite può essere poi recidiva: il virus rimane latente nei gangli nervosi e se il soggetto è predisposto si può riattivare, soprattutto in periodi di basse difese immunitarie (come per esempio dopo una malattia). I disturbi però in questi casi sono più lievi e si limitano alla comparsa di afte nel cavo orale, o a volte, nei soggetti più grandi, all’herpes labiale.

La stomatite si trasmette attraverso la saliva, per questo è importante evitare il contatto diretto con la saliva di chi ha contratto l’infezione. L’incubazione dell’infezione varia fra i 2 e i 12 giorni. Va posta attenzione anche al fatto che se il bambino si succhia il dito, magari per alleviare il dolore, le vescicole si potrebbero diffondere anche in altre parti del corpo con cui viene a contatto.

Come si cura la stomatite

Per quanto riguarda la cura, in genere le stomatiti si risolvono da sole. In caso di stomatite primaria, se il bambino è molto debilitato allora si potrà procedere con una terapia antivirale. Non è invece il caso di preoccuparsi troppo se, finché ha la stomatite, il bambino non mangia molto per una decina di giorni: purtroppo è una conseguenza difficile da evitare perché il passaggio del cibo caldo in bocca risulta sicuramente molto doloroso in presenza di vescicole e afte. Sarà allora meglio, in questi casi, dare al piccolo cibo freddo come gelato e yogurt, ed è molto importante farlo bere per evitare la disidratazione. In un periodo che va fra i 7 e i 10 giorni il vostro bambino guarirà!

Loading...
Bio
Ultimi Post
Foto del Profilo
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti