Dal quarto al sesto mese

La scelta del nome del bambino districarsi tra normativa e tradizione

Foto del Profilo
di Valeria Notaro il
Commenti (0)

Una volta scoperto il sesso del bambino, viene subito spontaneo pensare al nome da dare al nascituro e non è semplice come sembra.

Per scegliere il nome da dare al proprio figlio o alla propria figlia, bisogna attenersi a delle regole, sia per quanto riguarda la tradizione, sia per ciò che riguarda la normativa vigente.

Nell’anno in corso, i nomi più utilizzati sono tutti italiani e appartenenti alla tradizione, nomi come: Giulia, Sofia, Martina, Sara, Giorgia, Chiara, Aurora, Alessia, Alice, Francesca, Anna, Gaia, Emma, Elisa, Giada, Matilde, Noemi, Beatrice, Elena, Greta, Federica, Rebecca, Nicole, Arianna, Asia, Viola, Ilaria, Vittoria, Ginevra, Marta, per le bambine.

E nomi come: Francesco, Alessandro, Matteo, Andrea, Lorenzo, Gabriele, Mattia, Riccardo, Davide, Luca, Leonardo, Marco, Federico, Giuseppe, Simone, Tommaso, Antonio, Giovanni, Alessio, Filippo, Christian, Pietro, Samuele, Daniele, Cristian, Emanuele, Michele, Edoardo, Diego, Nicolò per i bambini.

Inoltre per scegliere il nome da dare al proprio figlio, come anticipato prima, bisogna attenersi a delle norme, la normativa vigente italiana, regolamentata dagli articoli 34 e 35 del decreto 396/2000, infatti, vieta di dare al bambino un nome non corrispondente al suo sesso (per esempio non si può attribuire il nome Noemi a un bambino o Leonardo a una bambina), eccezione fatta per i nomi così detti unisex, come Andrea (anche se in Italia è più visto come un nome maschile) e per i secondi nomi come Gian Maria.

Sempre secondo la normativa i genitori non possono dare ai propri figli nomi vergognosi, ridicoli, composti da più di tre nomi e dare il nome di fratelli, sorelle e genitori ancora in vita, non esistendo in Italia l’uso di jr.

Tuttavia, nonostante questa legge, l’ufficiale dell’anagrafe ha l’obbligo di registrare il nome che il genitore gli comunica, l’unica cosa che può fare è quindi segnalare l’incongruità della legge.

 

Loading...
Bio
Ultimi Post
Foto del Profilo
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti