Gravidanza

La quinta settimana di gravidanza

Foto del Profilo
di Valeria Notaro il
Commenti (0)

Avete appena scoperto di essere incinta? L’euforia e la gioia del momento vi hanno travolte, anche il vostro partner si sente coinvolto in questa nuova fase della vostra vita.

La quinta settimana di gravidanza è la prima settimana del secondo mese di gestazione; i sintomi variano da donna a donna, ma generalmente comportano l’inizio delle nausee mattutine, mal di testa causato dall’aumento dei livelli ormonali, stanchezza e sonnolenza.

L’inizio del secondo mese, però, non è del tutto negativo: vi sentirete più belle! I vostri capelli appariranno più sani e lucenti, poiché la produzione di sebo diminuisce, e i vostri occhi, per via dell’aumento del liquido lacrimale, sembreranno più luminosi.

Cosa sta succedendo dentro di voi? C’è un piccolo cuore che batte e che trasforma un girino formato da centinaia di cellule nel vero e proprio embrione; è proprio in questa settimana che cominciano a svilupparsi il sistema nervoso, l’apparato muscolare, l’apparato scheletrico, l’apparato urinario e genitale, i tessuti connettivi, le cellule del sangue, il sistema circolatorio, l’apparato respiratorio, l’apparato digerente, la cute, i capelli, i peli e le unghie. Insomma, a partire dalla quinta settimana di gravidanza comincia quel processo di sviluppo fetale che si completerà con la nascita del vostro bambino!

Durante la quinta settimana di gravidanza è consigliabile abituarsi a fare una ricca e sana colazione, in quanto, siccome vi sentite perennemente stanche, la colazione aiuta ad accumulare le energie che serviranno per tutta la giornata. Se il vostro problema sono le nausee cercate di mangiare più volte al giorno in piccole dosi: grissini, crackers o fette biscottate andranno benissimo per degli spuntini o per placare il disturbo! Non preoccupatevi troppo: le nausee in gravidanza sono un segnale del benessere del bambino!

Non dimenticatevi di bere, poiché avete un costante bisogno di idratazione: vi sembrerà che il bere aumenti la nausea, ma assumendo i liquidi con costanza e a piccoli sorsi non vi causeranno alcun problema.

Durante i pasti, cercate di non mangiare frettolosamente e di prendervi tutto il tempo necessario; un aiuto può essere chiacchierare con il vostro compagno e condividere con lui le gioie e i ‘dolori’ di questo periodo di cambiamento.

Anche per il futuro papà ci sono delle raccomandazioni da fare: state vivendo una settimana di transizione, poiché la donna non si sente ancora incinta, in quanto non sente i movimenti del feto; la sua emotività e la sua sensibilità però sono alle stelle, per questo motivo continuate a coccolare la vostra partner, siate pazienti con lei, anche se non è facile vivere la gravidanza dall’esterno. È importante parlare con la madre di vostro figlio di ciò che provate e soprattutto è fondamentale condividere con lei tutti i momenti della gravidanza.

 

Loading...
Bio
Ultimi Post
Foto del Profilo
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti