Parto

La prima notte a casa

Foto del Profilo
di Giusy Ragni il
Commenti (0)

Dopo il parto mamma e bambino trascorrono alcuni giorni in ospedale, ed in quel periodo tutto sembra semplice, regolato dagli orari dell’ospedale e dalla presenza delle infermiere che si prendono cura di entrambi. Quei giorni sono distesi e sereni, la mamma non ha incombenze particolari se non quella che stabilire il nuovo e magnifico rapporto con la sua creatura.

Arriva però anche il giorno del ritorno a casa dove tutto sembrerà agli occhi della mamma troppo poco asettico e troppo poco organizzato: già nel varcare la soglia di casa spesso si avverte una sorta di panico, ci si ritrova da sole con la nuova creatura da crescere, e con tutte le faccende e i problemi di una casa, nonché di una famiglia, che già esistevano prima del parto. Ogni donna si trova a pensare in quel momento: “Ce la farò?“.

Non fatevi spaventare da queste sensazioni. In ogni donna c’è un istinto speciale che guiderà ognuna a risolvere ogni necessità e ogni situazione. La cosa che conta di più è la calma e la serenità.

Per poter far fronte a tutto dovete essere prima di tutto riposate e per riposare dovete imparare a sfruttare i momenti di calma, e cioè quando il bimbo dorme. La prima notte a casa sarà la più difficile, animata da dubbi  e paure, e dal timore che mentre vostro figlio dorme possa capitargli qualcosa, non stressatevi rimanendo accanto  a lui con gli occhi sbarrati perché non volete perderlo di vista, organizzate piuttosto dei turni con il vostro compagno per affrontare le prime notti, tenete la culla vicino a voi e anche tutto l’occorrente per cambiarlo, cosi da non correre su e giù per la casa creando agitazione che poi inevitabilmente si trasmetterebbe anche al bambino. Sono consigliate le luci soffuse e il silenzio oppure una musica bassissima e rilassante durante le poppate notturne e i cambi di pannolino.

Superare bene le prime notti  a casa è importante, dovete dare un ritmo costante alla vostra vita creando serenità perché questo influirà anche sul sonno del bimbo, e mentre lui riposa riposate anche voi, fate una doccia,  leggete un libro o dormite un po’; se non riuscite  a dormire magari perché siete sole in casa concedetevi un’ora di cure a voi stesse, con un bagno rilassante.

Organizzate la logistica casalinga in modo d’avere aiuto dai vari componenti della famiglia, cosi potrete avere anche tempo per le passeggiate con il vostro bambino, lo shopping, i giochi con lui e altri eventuali vostri figli se ne avete.

Per un equilibrio perfetto e notti serene, coinvolgete il vostro partner nella cura del bimbo, ma non trascurate il vostro rapporto con lui, coccole e qualche uscita a due faranno bene a voi, a lui e al vostro rapporto:   se ogni tanto il bimbo resta con nonni  o zii non è la fine del mondo.

 

 

Loading...
Bio
Ultimi Post
Foto del Profilo
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti