Medicina alternativa

La marsupio-terapia

Foto del Profilo
di Maris Matteucci il
Commenti (0)

La marsupio-terapia ha origini lontanissime: nasce infatti negli anni Settanta in Colombia, dalle idee dei neonatologi Edgar Rey e Hector Martinez, per sopperire alla mancanza di incubatrici necessarie in caso di nascita di bambini prematuri. Tra gli anni Ottanta e Novanta, poi, questo metodo si diffonde in gran parte del mondo e diventa oggetto di molti studi scientifici specialmente negli Stati Uniti.

Ma in cosa consiste la marsupio-terapia? Nel mettere i neonati nudi, in posizione eretta, sul petto della madre, con la testa girata in modo da sentire il battito del cuore del genitore. In questo modo il neonato “sente” il calore della madre e il battito del suo cuore e non soffre il trauma di una nascita avvenuta in tutta fretta che molto spesso è un trauma non solo per i neonati ma anche per i genitori, per la donna in particolare che si ritrova a dover partorire senza essere psicologicamente pronta. La marsupio-terapia nasce prevalentemente per i bambini prematuri ma, con il passare del tempo, è diventata una terapia alla quale vengono sottoposti sempre con più frequenza anche i bambini nati nei giusti tempi.

Questo perché si è scoperto che la marsupio-terapia ha davvero notevoli benefici sul neonato. Se in passato si è visto come l’utilizzo di questa tecnica incidesse in modo positivo sulla diminuzione delle morti infantili nei casi di nascite premature, si è notato oggi che i bambini ai quali viene riservata la marsupio-terapia crescono più velocemente e in buona salute. Alcuni studi recenti, infatti, hanno sottolineato come questa “medicina alternativa” aiuti a regolare la respirazione e l’ossigenazione nel neonato e a regolare la temperatura naturale del suo corpicino. E ancora, si dice, che i bambini sottoposti a marsupio-terapia dormano di più, piangano molto meno e siano generalmente più tranquilli degli altri.
Va da sé poi che a guadagnarci è anche il rapporto genitore-figlio: il contatto, fin da subito, con il genitore (mamma o papà che sia) crea un rapporto speciale con il bambino.

Loading...
Bio
Ultimi Post
Foto del Profilo
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti