Essere Mamma

La dieta Atkins è l’ideale nel post parto. Parola di Kim Kardashian

Foto del Profilo
di Francesca Rolle il
Commenti (0)

Pare che la bella Kim Kardashian, attrice e imprenditrice di successo, dopo il secondo parto abbia avuto difficoltà a tornare in forma. Dopo mesi lontana dai riflettori, quando finalmente è tornata a farsi fotografare, ha sottolineato quanto la Dieta Atkins l’abbia aiutata a tornare al suo peso forma. La Kardashian è solita fornire consigli alle donne su gravidanza, post parto e recupero della linea nel puerperio, tanto che poco dopo il suo secondo parto, aveva addirittura consigliato alle sue fans di assumere pastiglie di placenta per evitare la depressione post partum.

In cosa consiste la dieta Atkins

La dieta Atkins sta spopolando in America e, ultimamente, è stata importata anche in Europa, dove pare aver trovato molti seguaci. Si tratta, in sintesi, di una dieta quasi priva di carboidrati e ricca di proteine “positive” come quelle dei legumi, dell’avogado e della frutta secca, dei formaggi e delle verdure. E’da sottolineare che la dieta Atkins non limita le calorie ma definisce in modo tassativo da quali fonti assumerle.

La dieta si suddivide in quattro fasi:

  • Fase dell’approccio alla dieta: questa prima fase dura due settimane, durante le quali l’organismo deve abituarsi a bruciare i grassi in modo corretto. Per questo, il limite massimo di glucosio concesso giornalmente è pari a 20 gr. Dunque niente pane, riso, pasta, patate e cereali e attenzione ad alcuni tipi di frutta e verdura ad alto contenuto di zuccheri.
  • Fase dell’assestamento: quando si comincia questa seconda fase, si sono già visti molti risultati in termini di perdita di peso. La caratteristica di questa tranche sta nel fatto che si possono aggiungere 5 gr di glucosio a settimana, rispetto ai 20 concessi nella prima fase. Si prosegue, così per tre settimane, fino ad arrivare a 35 gr di glucosio assumibile. Arrivati a questa fase, si smetterà di perdere peso ma, se si segue il regime consigliato, non si acquisterà nemmeno un gr di peso in più.
  • Fase del pre mantenimento: Ora può essere assunta anche la frutta zuccherina in piccole quantità per raggiungere una quantità di glucosio tollerata che arriva fino a 10 gr aggiuntivi la settimana. Questa fase va stoppata quando si raggiunge il proprio peso forma.
  • Fase del mantenimento: questa è la fase che, idealmente, dovrà durare tutta la vita e che consente un’assunzione di carboidrati adeguata a fornire il livello di glucosio necessario al corpo, in modo tale da avere la giusta quantità di energie senza ingrassare. Questa è una quantità che varia da individuo a individuo ma che, grazie alle fasi precedenti, ognuno dovrebbe aver individuato.

A chi è adatta la dieta Atkins.

Molti medici hanno riconosciuto l’efficacia della dieta Atkins non solo in termini di perdita di peso ma anche sotto molti altri punti di vista. Ad esempio, questa dieta aiuta a prevenire il diabete e a mantenere alto il livello di colesterolo buono. Va detto, però, che visto l’alto livello di proteine assunte e la scarsità di carboidrati, è questa una dieta adatta agli sportivi e, a dire la verità, molto difficile da applicare per noi italiani!

Loading...
Bio
Ultimi Post
Foto del Profilo
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti