Bimbo

Iscrizione alla scuola dell’infanzia: quale scegliere?

Foto del Profilo
di Elisa Di Mattia il
Commenti (0)

 

C’è tempo dal 22 gennaio al 22 febbraio 2016 per iscrivere i propri figli alla scuola d’infanzia per il prossimo anno scolastico: all’iscrizione possono accedere i bambini che compiranno 3 anni entro quest’anno e, in caso di anticipatari, i bambini che compiranno il terzo anno d’età entro il 30 aprile 2017.

Una fase molto importante per chi si appresta a iscrivere i propri figli al primo anno, perché rappresenta, in qualche modo, l’ingresso dei bambini nel mondo dei grandi e per molti, soprattutto per chi non ha mai frequentato l’asilo nido, l’inizio della scuola d’infanzia costituisce il primo e vero distacco importante da mamma e papà.

Per questo è quanto mai fondamentale scegliere la struttura giusta cui affidare i nostri bambini: se abitiamo in una città in cui sono presenti diverse alternative, la decisione su quale scuola far frequentare ai nostri figli è un passo importante da non sottovalutare, per evitare di dovercene pentire in seguito.

Ma quali sono gli aspetti che possono aiutarci a capire se quella scuola è la più giusta per nostro figlio e risponde al meglio alle nostre aspettative?

Molto utile, in questo senso, è chiedere consiglio ai genitori dei bambini che già frequentano la scuola o che l’hanno frequentata in passato: la loro esperienza e il loro parere ci aiuterà molto nella scelta da fare.
Se invece non abbiamo nessuno che può aiutarci in questo senso, ecco alcuni consigli su quali possono essere i parametri più importanti da valutare prima di procedere con l’iscrizione:

Aspetto economico – La prima decisione riguarderà innanzitutto la scelta tra un asilo pubblico o privato. La differenza non sarà tanto dal punto di vista della qualità educativa, quanto da quello economico: una scuola privata richiede il pagamento di una retta mensile che potrà incidere notevolmente sul budget familiare. D’altro canto però avremo il vantaggio di una probabile maggior flessibilità di orario e classi composte da un numero più ridotto di bambini rispetto ad una scuola pubblica. In questo caso la scelta sarà del tutto personale e condizionata soprattutto dalla situazione economica del nostro nucleo familiare.

Orari e distanza – Aspetto pratico ma per niente secondario riguarda la distanza della scuola da casa o dal luogo di lavoro dei genitori, oltre agli orari di ingresso e uscita previsti. È fondamentale poter raggiungere facilmente e in poco tempo l’asilo in caso di necessità o emergenza: eventualmente, se entrambi i genitori lavorano lontano, potrebbe essere utile scegliere un asilo che sia facilmente raggiungibile dai nonni o da persone di nostra fiducia.

Pulizia e igiene – Prima dell’iscrizione è importante visionare le singole scuole, fare domande e raccogliere informazioni utili sia dalle educatrici che dal personale scolastico: molte scuole dell’infanzia organizzano, in occasione dell’apertura delle iscrizioni, degli ‘open day’, giornate in cui la struttura è aperta ai genitori che desiderano visitare la scuola insieme ai propri bambini. Un’occasione importante per valutare da vicino alcuni aspetti, come ad esempio la pulizia delle aule e della sala mensa, l’igiene dei bagni, lo stato dei giochi e degli spazi all’aperto.

Insegnanti – Il personale educativo è un altro di quegli aspetti fondamentali che dobbiamo tenere in considerazione prima di procedere con l’iscrizione. È fondamentale poter contare su insegnanti preparati, esperti e soprattutto capaci di infonderci tranquillità e sicurezza: saranno loro a prendersi cura dei nostri figli per buona parte della giornata, per cui dobbiamo avere la certezza di affidarci a persone competenti e in grado di accompagnare nel modo giusto i bambini durante il loro percorso di crescita.

Progetti educativi – Informiamoci sulle attività scolastiche svolte e chiediamo agli insegnanti che tipo di progetti saranno previsti durante l’anno scolastico: la qualità dei programmi educativi rappresenta un parametro importante per valutare se quella scuola è il posto giusto per nostro figlio, e, soprattutto, se sia in grado di accompagnare la sua crescita nel modo migliore, aiutandolo ad apprendere, a rispettare gli altri e ad essere autonomo.

Loading...
Bio
Ultimi Post
Foto del Profilo
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti