- Mamme24 - http://www.mamme24.it -

Il primo bagnetto in mare

Le onde sono invitanti e offrono refrigerio, ma il bagnetto in mare è indicato anche per i più piccini?Se il bimbo ha meno di tre mesi è meglio evitare.

L’acqua marina non è sterile, per quanto possa apparire pulita alla vista, il piccolo può entrare in contatto con vari batteri e potrebbe contrarre un’infezione cutanea che richiederebbe una terapia antibiotica. L’acqua dolce è preferibile perché se si utilizza l’acqua di mare, il sale potrebbe far bruciare gli occhi e comunque terminato il bagnetto si dovrebbe sciacquare il bebè con acqua dolce.

Per i bimbi che hanno raggiunto il traguardo dei tre mesi, via libera al bagnetto con mamma e papà, purché si adottino alcune accortezze. Prima di tutto attenzione alla temperatura dell’acqua perché un bimbo molto piccolo è più sensibile al freddo rispetto a un adulto. L’altra accortezza è quella di sciacquare sempre il bambino con acqua dolce, terminato il bagno in mare. Quest’ultimo suggerimento vale anche per i bambini più grandicelli”.E se il piccolo sembra spaventato dalle onde e non vuole entrare in acqua, neppure tra le braccia rassicuranti di mamma e papà?.

Non dev’essere assolutamente forzato. Uno dei benefici del bagno in mare è quello di aiutare il bambino a prendere confidenza con l’elemento acquatico, per questo se il bimbo ha paura non ha alcun senso spingerlo a fare questa esperienza. Con pazienza e senza innervosirsi per il rifiuto del piccolo, il genitore potrà aiutarlo ad avvicinarsi pian piano all’acqua, ad esempio passeggiando con lui sul bagnasciuga, invitandolo a “pucciare” i piedini, o giocando a “scappare dalle onde” avvicinandosi all’acqua e poi scappando sulla sabbia asciutta quando arriva l’onda. Per fare il bagno non c’è fretta, il tempo trascorso in spiaggia dev’essere piacevole e divertente!

Ricordiamo infine che prima di andare in spiaggia è sempre indispensabile applicare sulla pelle del bambino una crema solare che garantisca una protezione elevata: per i primi giorni di esposizione al sole è indicato un fattore protettivo 50 che può essere sostituito da un fattore 30 dopo un paio di settimane. Dopo il bagnetto in mare o nella piscinetta è sempre opportuno spalmare nuovamente la crema.