Medicina alternativa

Il massaggio shiatsu in gravidanza

Foto del Profilo
di Michela Gregoris il
Commenti (0)

Usa gli stessi punti dell’agopuntura ma attraverso la digitopressione al posto degli aghi: ecco come funziona e per che cosa può essere utile il massaggio shiatsu durante la gravidanza.

Shiatsu

In generale è una tecnica di massaggio sicura anche durante i mesi di gestazione, ma è meglio farselo praticare sempre da mani esperte e con alcuni accorgimenti, soprattutto nei primi tre mesi. Alcuni punti di pressione, infatti, possono effettivamente stimolare l’utero e si potrebbe rischiare un aborto spontaneo.

Chiarito questo punto, lo shiatsu è un tipo di massaggio che può contribuire ad alleviare alcuni disturbi, fra cui il mal di schiena, un compagno fastidioso durante questi mesi, ma anche i problemi legati alla digestione, come stitichezza o bruciore di stomaco, e quelli legati alla ritenzione idrica come il gonfiore a gambe e caviglie.
Un massaggio una volta alla settimana può essere sufficiente per rendere più bella la vostra gravidanza anche dal punto di vista fisico.

Inoltre, se il massaggio shiatsu è da evitare o praticare con estrema attenzione nei primi mesi, è vero invece che verso la fine della gravidanza o se la data presunta del parto è stata superata senza che il bambino abbia deciso finalmente di uscire, allora questa tecnica può essere d’aiuto proprio per la sua capacità di stimolare l’utero e intensificare le contrazioni.

La tradizione giapponese, inoltre, vorrebbe che dopo due settimane dal parto la neomamma riprendesse il massaggio shiatsu, perché aiuta a tornare in forma presto e a ritrovare le energie, di cui a questo punto ha di nuovo tanto bisogno!

Bio
Ultimi Post
Foto del Profilo
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti