Bimbo

I videogiochi: quali e per quanto tempo?

Foto del Profilo
di Maris Matteucci il
Commenti (0)

Il dilemma è antico: i videogiochi fanno bene o male ai bambini? Sull’argomento si discute da tempo ed è forse il caso di fare un po’ di chiarezza al riguardo: i videogiochi in linea generale non fanno male ai bambini, purché siano scelti accuratamente dai genitori e non diventino l’unico passatempo nell’arco di una giornata.

GamerKids_8413362Small

Partiamo da una prima questione: quali sono i videogiochi adatti per i bambini? In giro ce ne sono molti educativi: per esempio quelli che aiutano ad imparare una lingua straniera, oppure quelli che, attraverso un percorso guidato, aiutano i bambini a conoscere civiltà diverse.

Sono sicuramente da escludere quelli troppo violenti che riproducono quindi scene poco adatte per bambini in tenerà età. Un valido aiuto nella scelta dei videogiochi per i nostri bambini arriva da un sito apposito – www.pegionline.eu/it – che tratta tutta l’informativa relativa ai videogiochi. E’ infatti molto importante che i videogiochi abbiano quella che viene definita certificazione Pegi (informazione paneuropea sui giochi) che informa in modo molto chiaro sia sui contenuti dei videogiochi, che sull’età di utilizzo da parte dei bimbi. E’ sempre sconsigliabile fare giocare i bambini con videogiochi che non siano adatti alla loro età.

Chiarito il concetto relativo alla scelta dei videogiochi, c’è da capire quanto tempo i bambini possono dedicare a questa attività. Gli esperti dicono che un’ora al giorno può essere sufficiente: così facendo il bambino diversifica le sue attività giornaliere e non crea un rapporto di “dipendenza” con il videogioco. E poco male se i genitori sono fuori casa e non possono controllare in prima persona che il bambino non se ne approfitti. Oggi la maggior parte dei videogiochi hanno un timer incorporato: finita l’ora di permesso il videogioco si spegne e la regola è rispettata.

Secondo una recente ricerca portata avanti dall’Associazione editori di software, si stima che quasi il 100% dei bambini italiani oggi facciano uso di videogiochi. La cosa importante è il controllo da parte dei genitori, soprattutto se i videogiochi sono in rete dove il controllo è sempre minore.

Bio
Ultimi Post
Foto del Profilo
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti