Salute

I pericoli dell’alcol in gravidanza

Foto del Profilo
di Michela Gregoris il
Commenti (0)

È risaputo che l’alcol durante la gravidanza va evitato, perché dannoso per l’organismo sia della mamma che del bambino: ma quali sono le conseguenze del suo consumo durante la gestazione?

Ogni donna incinta è a conoscenza dei pericoli di fumo e alcol quando si aspetta un bambino, soprattutto nei primissimi mesi. Eppure da uno studio è emerso che in Italia 1 donna su 2 consuma lo stesso alcol durante la gravidanza. Non si tratta solo di “eccessi”: infatti, anche un uso moderato di sostanze alcoliche potrebbe ripercuotersi sulla salute del feto, perché i medici e ricercatori ancora non hanno scoperto quale sia la soglia limite consumabile in gravidanza.

Astinenza totale dall’alcol?

Sembra che la risposta sia proprio: sì! Per una sicurezza maggiore, è meglio evitare del tutto le bevande alcoliche, perché pare che anche se assunto in quantità minime possa essere sufficiente a provocare danni al nascituro. Visto che la maggiore pericolosità si ha proprio nei primi mesi di gravidanza, quando cioè si stanno formando le cellule del feto, chi è in cerca di un figlio dovrebbe a maggior ragione evitare l’alcol anche prima di sapere di essere incinta.

Cos’è la sindrome feto-alcolica?

Si tratta di una delle più gravi manifestazioni dell’effetto nocivo dell’alcol assunto in gravidanza. Essa, infatti, riguarda proprio lo sviluppo embrionale. Può variare in base alla quantità di alcol che viene assunta quotidianamente, ma anche dalle caratteristiche della donna. Ma i meccanismi che ne influenzano la maggiore o minore gravità non sono ancora ben chiari.
La forma più grave della sindrome feto-alcolica presenta le seguenti caratteristiche:

  • crescita limitata durante il periodo prenatale (sottopeso alla nascita)
  • dopo la nascita, bassa statura del bambino
  • circonferenza cranica del bambino ridotta
  • deficit intellettivo e disturbi del comportamento
  • anomalie del volto (occhi sporgenti, labbro superiore molto sottile, solco naso-labiale piatto, parte superiore del naso poco sviluppata)
  • malformazioni di vario genere

Nelle forme meno gravi della sindrome feto-alcolica, essa si manifesta in un disturbo del comportamento e difficoltà di apprendimento, visibile soprattutto nel periodo scolastico.

Ma succede solo a chi abusa di alcol?

I danni causati dall’alcol al feto non si manifestano necessariamente soltanto a chi ne abusa o alle alcoliste vere e proprie, ma possono interessare anche donne che assumono quotidianamente quantità di alcol limitate, e che hanno avuto anche solo occasionalmente stati di ebbrezza.
Proprio per questo motivo, il consiglio migliore è quello di non assumere alcol durante il periodo di gravidanza per escludere qualunque rischio.

 

Loading...
Bio
Ultimi Post
Foto del Profilo
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti