Salute

I 5 integratori alimentari più utilizzati in gravidanza

Foto del Profilo
di Maris Matteucci il
Commenti (0)

Integratori in gravidanza: sì o no? La questione è sempre abbastanza discussa, ma in linea generale è bene ricordare che l’assunzione di integratori deve essere sempre supportata dal parere del medico, che saprà valutare meglio, caso per caso, indicando gli integratori più utili da donna a donna.

integratori_aloeforever

Molto spesso gli integratori si assumono perché in gravidanza cambiano le esigenze della donna il cui corpo deve abituarsi ad ospitare una nuova vita che cresce giorno dopo giorno. Per questo motivo spesso le donne in gravidanza accusano molto di più il senso di stanchezza oppure hanno molta più fame: si dice per esempio che in gravidanza il fabbisogno calorico giornaliero sia di circa 300 calorie in più rispetto al normale. Gli integratori più usati in gravidanza sono essenzialmente 5, somministrati in fasi diverse della gestazione. Vediamo quali sono.

Acido folico. L’assuzione di acido folico, ovvero di vitamina B9, è importante soprattutto nei primi tre mesi di gravidanza perché contribuisce alla corretta formazione del sistema nervoso del bimbo.

Calcio. Il calcio, in linea generale, fa bene alle ossa e in gravidanza riveste un ruolo ancora più importante: riduce i rischi di parto anticipato e il rischio di gestosi, patologia che colpisce, nei casi più frequenti, dalla 24esima settimana in poi.

Magnesio. Molto spesso viene somministrato in associazione al calcio proprio per contrastare il fenomeno della gestosi.

Ferro. Soprattutto in gravidanza, il ferro va assunto nelle giuste quantità perché previene l’anemia ovvero il vertiginoso calo di emoglobina nel sangue.

Omega 3. Gli Omega 3 sono degli acidi che hanno la specifica proprietà di sviluppare le capacità cognitive e visive del bambino. Fanno bene però anche alla futura mamma perché si dice che contrastino il sorgere della tanto temuta depressione post partum, che colpisce spesso quelle donne che si trovano in difficoltà ad affrontare la loro nuova condizione di mamma.

Qualsiasi cosa vi sembra fare al caso vostro va comunque discussa con il medico di base o il ginecologo che vi segue. 

 

 

Bio
Ultimi Post
Foto del Profilo
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti