Alimentazione

Ho continui attacchi di fame anche dopo il parto, perché?

Foto del Profilo
di Maris Matteucci il
Commenti (0)

Chi non ha dovuto combattere contro continui attacchi di fame anche dopo il parto? Molte donne si stupiscono e non sanno come comportarsi quando lo stomaco borbotta ma avere un aumento di appetito dopo la gravidanza è una cosa molto ricorrente.

attacchi-fame-post-parto

Non c’è da preoccuparsi dunque; certamente occorre fare attenzione, cercando sì di assecondare il nostro stomaco che chiede rifornimenti ma tenendo sempre presente che, specialmente durante l’allattamento, alcuni cibi sono sconsigliati e dunque per placare gli attacchi di fame bisogna intervenire con criterio.

La fame post parto comunque è una costante di molte neo-mamme. Durante l’allattamento il fabbisogno energetico aumenta ancora di più rispetto ai nove mesi della gravidanza, basti pensare che per produrre 100 ml di latte una donna spende circa 120 calorie. Questo significa che durante l’allattamento si arrivano a spendere anche 800 calorie per produrre la quantità di latte utile a sfamare un neonato. E’ ovvio dunque che bruciando più calorie si senta anche più forte il morso della fame e mangiare qualcosa in più certamente non è reato. Attenzione però perché il nostro corpo, per trovare le energie utili a produrre il latte, “pesca” anche dalle riserve accumulate durante la gravidanza. Ciò significa che se una donna arriva a spendere 800 calorie giornaliere per produrre il latte necessario al suo bambino, non ne deve introdurre altrettante in più (altrimenti i chili aumentano e poi diventa un problema toglierli). Generalmente insomma quella che viene definita “supplementazione calorica” non deve superare le 400 calorie.

Come accennavamo prima, ci sono alcuni alimenti da evitare durante l’allattamento. Cavoli, aglio, radicchio, cipolla, broccoli, asparagi e carciofi per esempio modificano radicalmente il sapore del latte rendendolo sgradevole al palato del nostro bambino. Quando gli attacchi di fame colpiscono è meglio evitare di assumere cioccolata o di ricorrere a tè e caffè che potrebbero eccitare il neonato. Tra la frutta, sempre utile per uno spuntino quando la fame chiama, meglio se non si consumano fragole, banane, ananas, agrumi in generale e lamponi che potrebbero scatenare una sorta di reazione allergica nel piccolo.

Bio
Ultimi Post
Foto del Profilo
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti