Salute

Ha il mal d’auto, che fare??

Foto del Profilo
di Chantal De Honestis il
Commenti (0)

Il mal d’auto è un problema che generalmente colpisce i bambini dai 2 anni in su. E’ infatti piuttosto raro che ne soffrano i neonati.

Il termine medico che lo descrive è “cinetosi” e si intende tutta una serie di malesseri che sono causati dal movimento. Quindi non solo mal d’auto ma anche aereo, nave e treno. I sintomi corrispondono a un’iniziale malessere generale, seguito da sudore freddo, pallore e vomito. Si fanno varie ipotesi  su quale sia la causa della cinetosi, la più accreditata sostiene che il disturbo sia legato agli organi dell’equilibrio la cui sede è l’orecchio. In sostanza quando ci si muove (macchina, treno, aereo etc), l’occhio vede le immagini in modo repentino e veloce e questo cambiamento può alterare il senso di equilibrio causando tutti i sintomi accennati. Questo spiegherebbe sia perché i conducenti non ne soffrono dal momento che devono fissare un punto fermo (strada, rotaie etc..), sia perchè a soffrirne sono più frequentemente i bambini che hanno un senso dell’equilibrio ancora non perfettamente sviluppato.

Che fare??

fermarsi per qualche minuto quando i sintomi si fanno sempre più evidenti, dando al bimbo la possibilità di riprendersi.

– Se l’età del bimbo lo permette, sarebbe opportuno che trascorra il viaggio seduto nel sedile anteriore in modo che possa guardare davanti a sè

– Lasciare quando possibile un filo il finestrino aperto per far circolare aria

– soprattutto se il vostro bimbo è piccolo, è meglio decidere di partire nelle ore notturne o in cui sappiamo che il nostro bimbo dormirebbe

– cercare, cosa pressoché impossibile quando si tratta di un bimbo, di farlo stare il più fermo possibile

-dal giorno precedente alla partenza, evitare cibi di difficile digestione, meglio farlo mangiare spesso e poco scegliendo i carboidrati e cibi secchi. Evitare anche troppi liquidi.

Per quanto riguarda il ricorso ai farmaci specifici per il mal d’auto, se il nostro bimbo ha meno di 6/7 anni, mettiamoci l’anima in pace. Infatti i pediatri, a cui dovremmo sempre rivolgerci prima di acquistarli e somministrarli, escludono la possibilità di darli ai bambini sotto questa soglia d’età.

In commercio però esistono dei preparati omeopatici che avendo un elevata diluizione e dinamizzazione possono essere dati anche ai bimbi piccoli in caso di mal d’auto. Anche in questo caso scordiamoci il fai da tè ma chiediamo indicazioni e suggerimenti al nostro pediatra.

 

Loading...
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti