Educare un figlio

Giusto e sbagliato, come spiegarlo?

Foto del Profilo
di Valeria Notaro il
Commenti (0)

Man mano che un figlio cresce aumentano le responsabilità dei genitori e naturalmente le paure. Paura di sbagliare, paura di non fare la cosa giusta, paura di non saper spiegare al proprio figlio cosa è giusto e cosa è sbagliato.

education

Non esiste un metodo assoluto per spiegare ai propri figli cosa è giusto e cosa è sbagliato, perchè dipende molto dallo stile di vita e dai metodi educativi adottati fin dai primi momenti di vita del bambino, ma tutti i genitori possono seguire dei consigli che potranno mettere in pratica a seconda del loro modo di essere e fare.

Bisognerebbe spiegare ai bambini cosa e giusto e sbagliato fin dai primi anni di vita, perchè è in quegli anni che si sviluppa l’intelligenza e il modo di rapportarsi con gli altri, non è sempre facile ma bastano alcuni accorgimenti per riuscire nell’impresa.

Si può iniziare con il raccontare delle favole che, come tutti sanno, contengono all’interno una morale e sono di facile comprensione per il bambino che coglie fin da subito l’insegnamento.

Ricordarsi di dare sempre il buon esempio ai propri figli, “predicare bene e razzolare male” non farà altro che confondere il bambino non sapendo più distingure ciò che è giusto da quello che non lo è.

Spiegare con parole semplici se un comportamento è giusto o sbagliato e soprattutto spiegare il perchè un’azione non deve essere fatta spiegandone le eventuali conseguenze negative. Attenzione i bambini devono imparare dai propri errori, quindi se è giusto impedirgli di avvicinarsi a qualcosa di veramente pericoloso, come il fuoco, lasciate invece che i vostri figli cadano e si rialzino da soli, aumenterà la fiducia in loro stessi.

Dettate delle regole semplici e comprensibili che il bambino deve seguire e rispettare soprattutto se fa i capricci. Parlare e ascoltare sempre il proprio figlio e se fa una cosa sbagliata mostrategli quali benefici può avere facendo invece una cosa giusta, per esempio un premio, un elogio o una carezza.

Evitate di punire fisicamente il vostro bambino, si sentirà solo frustrato, va bene la classica sculacciata quando esagera con un comportamento sbagliato ma niente di più, è consigliabile invece fermarlo in ciò che sta facendo e metterlo seduto in un angolo per qualche minuto o si può togliergli un gioco a lui caro e riconsegnarglielo solo quando avrà capito il modo giusto di comportarsi.

 

Bio
Ultimi Post
Foto del Profilo
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti