Famiglia e Tempo libero

Giocare con il neonato è importante?

Foto del Profilo
di Maris Matteucci il
Commenti (0)

Il gioco riveste un ruolo fondamentale nella vita di un neonato. Fin dai primi giorni di vita, infatti, il gioco permette di sviluppare in maniera armonica il sistema psicomotorio: il piccolo comincia cioè a collegare gli occhi con le mani, comincia a conoscere le forme a capire cosa è il dentro e cosa è il fuori e così via.

E’ importante dunque giocare fin da subito con il neonato affinché possa sviluppare le capacità sopra enunciate. Ma come si gioca con un bambino che ha pochi giorni di vita? In realtà è molto più facile di quanto possa sembrare e in questo soprattutto la mamma deve svolgere il ruolo principale. E’ proprio con la figura materna, infatti, che il neonato sviluppa le sue prime capacità: il seno della mamma, i suoi occhi, il suo odore il suo calore, sono già gioco per un bambino di pochissimi giorni.

E’ chiaro poi che con il passare dei mesi il modo di giocare cambia e si modifica: nel secondo mese di vita, per esempio, il neonato comincerà ad esplorare il mondo intorno a lui. Sarà importante tenerlo in braccio perché il bambino ancora non può sapere che il braccio è quello della mamma. Quando il bambino comincia a vedere (intorno ai quattro mesi) il gioco tra la mamma e il bambino cambia ancora: diventa importante il contatto con il viso di mamma e papà, per esempio, e tutto quello che è smorfia e rumore fa divertire il piccolo.

Il gioco insomma è fondamentale nella vita di un bambino, anche e soprattutto nei primi mesi. E’ consigliabile anche che mamma e papà non si diano sempre il cambio nel divertirsi con il piccolo ma che giochino anche insieme con lui: servirà per stabilire con il piccolino un rapporto di fiducia e cominciare a conoscersi meglio.

Loading...
Bio
Ultimi Post
Foto del Profilo
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti