Rimanere Incinta

Fertilità ed età: che relazione c’è?

Foto del Profilo
di Mara Martini il
Commenti (0)

È molto importante considerare il fattore dell’età, soprattutto quella femminile, quando si programma una gravidanza o si decide di rinviarla.

orologio-biologico

Il picco della fertilità si registra mediamente fra i 20 e i 25 anni nei due sessi. Dopo questo momento c’è comunque una riduzione delle possibilità di concepimento. Ma mentre nell’uomo si tratta di un processo lento e graduale, che oltretutto non conduce quasi mai ad una totale sterilità (si verificano infatti, seppur sporadicamente, anche casi di paternità in età senili – 80 anni ed oltre!), nella donna, al contrario, la fecondità subisce un primo sensibile calo già dopo i 35 anni per poi crollare drasticamente passati i 41-42 anni.

 

Ciò non significa che donne ultraquarantenni non possano generare figli – proprio negli ultimi decenni anzi si sono moltiplicati gli esempi di quelle che alcuni medici con tono un po’ sprezzante chiamano le “primipare attempate” -; ma il numero delle gravidanze spontanee oltre questa soglia è decisamente più basso e relativamente basse sono anche le probabilità di successo di interventi di fecondazione assistita di vario tipo.

 

Traducendo in numeri:

– a 25 anni, le possibilità di concepimento con ciclo regolare e rapporti mirati sono del 30-35%;

a 35 anni, la percentuale scende a  20-25%;

a 45 anni le probabilità di restare incinta naturalmente sono appena del 3-5% per ciclo.

Le percentuali salgono se si fa ricorso alla fecondazione assistita; anche in questo caso, però, la maggiore maturità della donna ha un peso determinante in senso negativo.

 

Questione di ovuli (e di utero)

I gameti femminili, chiamati ovociti o cellule-uovo, nascono e invecchiano tutti con la donna stessa. Ecco perché, col progredire dell’età, oltre a diminuire di numero peggiorano in qualità, diventando sempre meno fecondabili, rischiando di andare incontro a morte spontanea (atresia), o di dar luogo una volta fecondati a precocissimi aborti, appena post-concepimento. In più, andando avanti negli anni, aumenta nelle donne l’incidenza di anomalie dell’utero (come endometriosi e fibromi) che possono rendere difficile l’impianto dell’embrione e il proseguimento di una eventuale gravidanza.

Diversamente, gli spermatozoi continuano a rinnovarsi praticamente per tutta la durata della vita dell’uomo, o quasi. Il loro ciclo di produzione dura in media 70 giorni: ciò consente – in assenza di altri problemi specifici – di disporre di cellule sempre “giovani” e vitali. Anche nell’uomo, tuttavia, si assiste ad un abbassamento della fertilità sin dai 30 anni, in dipendenza di fattori quali: la riduzione dei livelli di testosterone, disturbi prostatici, disfunzioni erettili o eiaculatorie. In ogni caso, come già detto, la diminuzione delle capacità riproduttive dell’uomo è molto più lenta e sfumata che nella donna.

 

Bisogna anche aggiungere che, secondo studi recenti, alcuni fattori ambientali come: cattiva alimentazione, stress, fumo di sigaretta, inquinamento atmosferico e (forse) l’elettrosmog, sembrano essere responsabili di un abbassamento del tasso di fertilità media degli uomini e delle donne di oggi rispetto a quelli di 50-100 anni fa.

 

 Concludendo

In conclusione, se sentiamo che il nostro desiderio di maternità è forte, e che la nostra vita sarebbe incompleta senza un figlio, dovremmo cercare di non aspettare troppo a lungo il fatidico ‘momento giusto’. Questo ci suggerisce la biologia, a dispetto della crisi economica e delle condizioni di precarietà lavorativa in cui molte giovani donne vengono a trovarsi in questo particolare momento storico.

È pur vero d’altra parte che l’essere madre non può ridursi ad una mera questione di ovuli. Ci sono tanti modi di essere genitori, non necessariamente legati alla biologia. E se un momento giusto esiste, forse questo è dato dall’incontro fra le lancette dell’orologio biologico con la maturità affettiva e psicologica, dal raggiungimento di una seppur minima stabilità economica e dalla nascita di una coppia solida pronta a donare amore.

Bio
Ultimi Post
Foto del Profilo
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti