Fecondazione Assistita

Fecondazione eterologa disponibile in tutta Italia col ticket

Foto del Profilo
di Valeria Notaro il
Commenti (0)

Buone notizie per chi vorrà fare ricorso alla fecondazione assistita per rimanere incinta, la fecondazione eterologa sarà disponibile in tutta Italia pagando solo il ticket, vale a dire in regime di servizio sanitario nazionale.

Questo sarà possibile grazie all’entrata in vigore dei nuovi Lea (livelli essenziali di assistenza) e di conseguenza diverse regioni fra cui Lombardia, Liguria e Piemonte si stanno già organizzando per fornire il servizio tramite ospedali pubblici, mentre altre regioni forniranno la prestazione attraverso strutture private convenzionate.

Fu una sentenza del 2014 emessa dalla Corte Costituzionale ad autorizzare la fecondazione eterologa fino ad allora proibita per via della legge 40 e a distanza di tre anni solo in 6 regioni si offre questa prestazione tramite servizio pubblico, vale a dire la Toscana, l’Emilia Romagna il Friuli Venezia Giulia, l’Umbria, le Marche e il Veneto.

Regioni come la Calabria, la Sicilia e la Campania che ancora non offrono questo servizio dovranno attrezzarsi e nel frattempo verranno rimborsati i costi che i cittadini sosterranno per recarsi in una regione che ha già incluso la fecondazione eterologa nel servizio sanitario nazionale, ossia pagando il ticket.

Ci sono tuttavia diverse questioni ancora da chiarire, fra queste il fatto che per effettuare la fecondazione eterologa oggi si acquisiscono gli ovociti da banche estere, poiché in Italia non ci sono donatrici. Secondo la Sife (Società italiana di fertilità e sterilità) infatti solo poche decine di donne hanno donato i propri ovuli, mentre per soddisfare la richiesta ci vorrebbero almeno 5-600 donazioni l’anno.

Sono invece molto più numerose le donatrici all’estero, dovuto anche al fatto che per legge è previsto un rimborso economico.

 

Loading...
Bio
Ultimi Post
Foto del Profilo
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti