Medicina alternativa

Fecondazione assistita e agopuntura

Foto del Profilo
di Chantal De Honestis il
Commenti (0)

Che legame può esserci tra la fecondazione assistita ( baluardo degli enormi progressi fatti dalla scienza) con l’agopuntura (uno dei metodi più antichi della medicina orientale)???

L’agopuntura è un antica tradizionale tecnica di trattamento cinese con una base empirica. La sua teoria è basata sul flusso di energia Qi. Gli squilibri sono ritenuti causare malattie, che possono essere trattate stimolando punti specifici del corpo.

Pur sembrando strano, non solo il legame c’è, ma addirittura funziona.

Pare infatti, e il pare è una realtà, che il ricorso all’agopuntura durante le tecniche di fecondazione assistita favorisca la gravidanza.

Esiste un metodo particolare del 2002, ideato grazie agli studi del tedesco Paulus (Paulus W et al. Influence of acupuncture on the pregnancy rate in patients who undergo assisted reproduction therapy. Fertil Steril) che dimostrano come l’uso dell’agopuntura nella fase pre e post fecondazione aumenterebbe le probabilità di gravidanze.

Lo studioso Wolfgang Paulus, esperto di medicina riproduttiva e la sua equipe, hanno collaborato con il Dipartimento di Medicina tradizionale della Tongji Medical University di Wuhan nella Repubblica Popolare Cinese.

Condussero uno studio su 80 donne, sottoposte a sedute di agopuntura della durata di 25 minuti, subito prima e dopo che l’embrione era stato trasferito nell’utero. Contemporaneamente l’equipe monitorò altrettante donne che non si sottoposero ad alcuna seduta di agopuntura.

Gli embrioni di entrambi i gruppi erano in ottime condizioni.

I risultati furono sorprendenti, erano rimaste incinte il 42% delle donne che si sottoposero a sedute di agopuntura rispetto al 26% delle donne che non furono sottoposte ad alcun trattamento.

Attualmente sono sempre più numerosi gli studi che confermano il maggior indice di attecchimento degli embrioni in utero se l’impianto viene fatto precedere e seguito da agopuntura.

Il trattamento è piuttosto semplice, è prevista infatti una seduta di 30 minuti prima del pick-up ed una 30 minuti dopo.

Spesso non essendo possibile sottoporre, per puri motivi organizzativi, la paziente alle sedute secondo queste tempistiche, si possono effettuare la sera prima del pick-up e 4-5 giorni dopo (momento in cui l’utero necessita di maggior sostegno).

Grazie agli studi fatti dal Professor Raymond Chang della Cornell University negli Stati Uniti, l’agopuntura è risultata essere di grande aiuto nei casi in cui non si possa o non si desidera ricorrere alla stimolazione ormonale per la produzione degli ovociti.

Su un periodo di tre mesi, gli studi condotti dal Prof Chang hanno dati percentuali di successo identici ai casi di donne trattate con la farmacologia.

Il vantaggio è che non si introducono nel corpo ormoni, d’altro canto, il limite è che, l’agopuntura stimola il rilascio e la crescita di un solo uovo, contro la produzione multipla indotta dai farmaci.

Recentemente il British Medical Journal ha pubblicato i risultati di uno studio condotto su 1366 donne che sono ricorse all’agopuntura come strumento di sostegno alla fecondazione assistita; il risultato è stato a dir poco sorprendente, non solo le probabilità di gravidanza sono risultate maggiori ma le stesse probabilità di portare a termine la gravidanza è risultata superiore del 60%.

Tra l’altro gli studiosi che hanno condotto questa ricerca hanno stimato che, per ogni 10 donne trattate con Agopuntura durante la fecondazione assistita, si verifica una nascita che non si sarebbe verificata senza l’Agopuntura.

Detto ciò, l’associazione fecondazione assistita – Agopuntura aumenterebbe significativamente:

• l’instaurarsi di una gravidanza

• l’avanzamento della gravidanza

• il numero di bambini “in braccio” (gravidanze portate positivamente a termine)

La valenza del successo di questo binomio (fecondazione assistita – agopuntura) è supportata dal fatto che sempre più centri in cui si eseguono le tecniche di fecondazione assistita offrono alle proprie pazienti la possibilità di coadiuvare la tecnica con l’agopuntura; spesso infatti, proprio all’interno dello stesso centro, sono presenti medici specializzati in agopuntura, che possono intervenire sulla paziente subito prima e subito dopo il pick-up.

Questo succede non solo nei centri privati ma anche negli stessi Ospedali Pubblici.

A seconda delle ragioni che conducono alla fecondazione assistita, le sedute possono variare, dalle due di cui abbiamo parlato in precedenza, ad un ciclo più lungo. Sarà l’operatore a decidere cosa è meglio per la paziente, non è escluso che si decida di sottoporre a sedute di agopuntura anche il partner, in modo da aumentare ancora di più le percentuali di successo.

Si ipotizza che il successo dell’agopuntura si possa ravvisare in 3 diverse ragioni:

– Modulazione del rilascio di neurotrasmettitori che stimolano la secrezione di gonadotropina,

– Stimolazione del flusso sanguigno che nutre l’utero inibendo l’attività nervosa centrale a livello uterino

– Stimolo alla produzione di oppioidi endogeni con inibizione della risposta di stressogena.

L’agopuntura non ha alcun effetto collaterale nè entra in conflitto con l’assunzione di farmaci.

E’ una chance in più che ogni donna che decide di intraprendere il difficile cammino della fecondazione assistita può concedersi.

Parlatene con il vostro ginecologo e anche grazie ad Internet potrete verificare se la struttura a cui avete deciso di rivolgervi supporta la tecnica di fecondazione assistita con l’agopuntura.

 

Loading...
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti