Salute

Febbre, ma mani e orecchie fredde

Foto del Profilo
di Chantal De Honestis il
Commenti (0)

Che relazione può esserci tra la comparsa della febbre e le manine e le orecchie fredde??

Ci sono alcune domande che spesso hanno risposte molto più semplici di quel che si pensa.

Cominciamo dal sottolineare che la febbre è un utilissimo e indispensabile strumento di difesa del nostro corpo. Spesso, soprattutto quando si diventa mamme per la prima volta, alla comparsa della febbre, si scatena una vera reazione di panico. In realtà la febbre è un grande alleato per difendere il corpo di grandi e piccini da dai virus, batteri e tossine (pirogeni esogeni cioè elementi estranei all’organismo  in grado di dare febbre). Dopo essere entrate nel corpo, queste sostanze stimolano alcune cellule di difesa del sangue (globuli bianchi, monociti e alcuni macrofagi) a liberare una proteina che agisce direttamente sul centro termoregolatore dell’organismo situato nel cervello, e così arriva la febbre.

Il calore impedisce agli “intrusi” di moltiplicarsi. Una volta che i globuli bianchi hanno compiuto il loro lavoro il cervello abbassa la temperatura a livelli normali.

I bimbi hanno la febbre così frequentemente dal momento che il loro corpicino  è ancora in rodaggio e il loro sistema di difesa deve imparare a conoscere e riconoscere i vari e diversi agenti infettivi per poi poter reagire in modo mirato e veloce.

Quello che spesso spaventa noi genitori è non avere idea di quale sarà l’andamento della febbre, salirà?? Scenderà??? Resterà costante???

Una prova molto semplice ma altrettanto efficace è quella di controllare se le estremità (mani, piedi, naso e orecchie) siano fredde e pallide o meno. Se il bimbo è febbricitante quindi caldo ma le manine e le orecchie sono fredde vuol dire che la temperatura salirà. Se invece saranno calde e bollenti vuol dire, generalmente, che il picco è stato raggiunto.

Ma perchè mani o orecchie sono fredde se la temperatura corporea è alta? In sostanza per effetto della vasocostrizione che riduce la circolazione periferica del sangue.

Quando il corpo produce calore, mette in atto dei meccanismi che hanno lo scopo di conservare questo calore. Questi meccanismi, regolati dall’ipotalamo, quali  la riduzione del fenomeno di conduzione, convezione ed evaporazione riducono la circolazione periferica tramite la vasocostrizione. La conseguenza è una maggiore quantità di sangue nei distretti interni ma una riduzione della circolazione periferica. Ecco perchè le mani, i piedi, le orecchie, il naso e le labbra risulteranno freddi e pallidi.

E’ un metodo veloce e sicuro per sapere cosa dobbiamo aspettarci dalla febbre del nostro piccolo; regola che comunque vale anche per i grandi.

Loading...
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA
Piace a 1 persona.

Commenti

commenti