Dal quarto al sesto mese

Effetti nocivi dell’alcool in gravidanza

Foto del Profilo
di Daniela Bottarelli il
Commenti (0)

Solamente a partire dal 1973, l’associazione fra consumo di alcol in gravidanza ed una sindrome caratteristica dei figli nati da tali gravidanze fu evidenziata dagli studiosi Jones e colleghi in una serie di lavori pubblicati sulla rivista “The Lancet”. Da allora, le casistiche sono divenute sempre più frequenti ed hanno permesso di definire meglio la sindrome feto-alcolica (FAS), come caratterizzata da:

  • ritardo nella crescita
  • difficoltà intellettuali o problemi comportamentali
  • anomalie facciali
  • il consumo di alcol da parte della madre durante la gravidanza

Accanto alla sindrome feto alcolica completa, ne sono state osservate delle forme a sintomatologia più sfumata ed oggi si utilizza il termine FASD per includere tutti i disturbi e le patologie dovute all’esposizione all’alcol in utero, nelle varie sfumature in cui questi si possano presentare, arrivando fino all’aborto. Il primo fattore di rischio per i danni sul bambino riguarda la quantità di alcol assunta dalla madre durante la gravidanza: la letteratura scientifica definisce a rischio il consumo di 7 standard drink o più a settimana. La modalità di consumo può influire sulla gravità dei danni; infatti il cosiddetto binge drinking ( consumo di 4 o più unità alcoliche in una sola occasione ) ripetuto nel corso della gravidanza, si correla alla gravità degli esiti sul bambino. Infine, altri fattori come lo stato nutrizionale della donna, l’età e l’uso contemporaneo di altre sostanze, aumenta il rischio dei danni.

Nel mondo, circa il 20% delle donne in gravidanza consuma alcol, mentre in Italia, dati recenti raccolti dall’osservatorio FASD all’interno del policlinico Umberto I di Roma, mostrano che è circa il 30% delle donne a consumare alcol durante la gravidanza. Tuttavia, poiché a tutt’oggi non esiste una dose-soglia di consumo che possa essere considerata sicura a causa della grande variabilità individuale, tutti questi bambini sono esposti al rischio di sviluppare patologie d’organo gravi e danni cognitivi con serie conseguenze per tutto l’arco della loro vita.

La sospensione del consumo di alcol in gravidanza rimane l’unico sistema che consente di prevenire con certezza lo sviluppo di tale patologia.

Loading...
Bio
Ultimi Post
Foto del Profilo
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti