Alimentazione Mamme

E’ tempo di tisane! Quali sono le più indicate in gravidanza e allattamento

Foto del Profilo
di Stella Ochaa il
Commenti (0)

Sono in arrivo i primi freddi. Cosa c’è di meglio che concedersi un momento di relax stringendo tra le mani una bella tazza di tè o tisana fumante? E’ un piacere che possono concedersi proprio tutti, anche le donne in dolce attesa o in allattamento, ma con qualche piccolo accorgimento.

IN GRAVIDANZA

Si può bere il tè? Molte donne, durante la gravidanza, temono che la caffeina naturalmente contenuta nel tè possa nuocere al feto. In realtà, in dosi convenzionali, il tè non ha alcuna controindicazione e lo si può bere in tutta tranquillità.

Quali tisane si possono bere? Generalmente, in caso di gravidanza fisiologica, si possono consumare tutte le tisane più comuni acquistabili tra i banchi del supermercato: melissa, ortica, menta, malva, camomilla, finocchio. Anche il tè rosso africano, il rooibos, è sempre più diffuso e contiene una buona quantità di antiossidanti e sali minerali che lo rendono particolarmente adatto alle donne in stato interessante.

Quali tisane andrebbero evitate? Ci sono molte piante che durante la gestazione andrebbero evitate, molto diffuse in paesi come India o Cina, ma qui in Italia sono poco diffuse. In generale andrebbero evitate tutte le tisane lassative o quelle con piante contenenti oli essenziali (come la salvia, l’anice, il sassofrasso), perchè passano facilmente la placenta e possono alterare alcuni equilibri ormonali.

Ci sono tisane che possono aiutare ad alleviare alcuni piccoli disturbi della gravidanza? Si, L’infuso di zenzero si è dimostrato efficace nel trattamento della nausea leggera o di piccoli disturbi digestivi: si può prendere la tisana già pronta, oppure mettere qualche fettina di zenzero nel tè o in acqua calda a 90 °C. La malva può essere utile in caso di stitichezza o anche in caso di infezioni alle vie urinarie, come la cistite. Anice verde e finocchio sono utili per combattere l’aerofagia, i dolori di stomaco o intestinali. Anche se queste piante sono ritenute sicure in gravidanza, va ricordato che se ne consiglia un consumo moderato, senza eccessi o abusi.

Questi prodotti sono sicuri, oppure c’è il rischio che contengano inquinanti o contaminanti? Se vengono acquistati attraverso i canali autorizzati, come ad esempio le farmacie, le erboristerie o i supermercati, si può stare tranquilli: ci sono dei livelli standard di qualità che devono essere garantiti per legge. Meno sicuro è l’acquisto su Internet o da rivenditori non autorizzati, soprattutto per quanto riguarda i prodotti orientali. Assolutamente da evitare il fai-da-te o l’assunzione di tisane di origini e composizione sconosciuta.

IN ALLATTAMENTO

Quali sono i benefici di tè e tisane durante l’allattamento? Anzitutto è bene ricordare che durante l’allattamento è importante idratarsi e assumere una buona dose di liquidi (indispensabili per la produzione di latte materno), ed in questo senso il tè e le tisane sono di grande aiuto. Da evitare gli eccessi e gli abusi, il tè contiene la caffeina che passa attraverso il latte materno perciò va assunto con moderazione.

Quali tisane hanno proprietà galattogene? Alcune piante sono note per incrementare la produzione di latte materno. Fin dall’antichità venivano utilizzate per favorire la montata lattea e per aumentare il quantitativo di latte. Le piante con maggiori proprietà galattogene sono il finocchio, l’anice, il cardo mariano, la galega, il fieno greco, ortica e verbena. Anche in questo caso sono da evitare il fai-da-te, ricordiamoci che un eccessivo dosaggio di alcune erbe potrebbe essere nocivo o tossico per mamma e bambino. Prediligete i prodotti già confezionati e certificati, oppure rivolgetevi ad un erborista esperto ed affidabile.

L’assunzione di tè o tisane può influenzare il sapore del latte materno? Si, cibi e bevande assunti durante l’allattamento determinano il sapore del latte. Le erbe impiegate nella preparazione delle tisane per la mamma che allatta hanno la peculiarità di conferire al latte un sapore particolarmente delicato e gradito ai lattanti, in particolar modo il finocchio, l’anice e la camomilla.

Loading...
Bio
Ultimi Post
Foto del Profilo
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti