La coppia post parto

E’ giusto adeguarsi agli orari del bambino?

Foto del Profilo
di Maris Matteucci il
Commenti (0)

La nascita di un bambino comporta uno stravolgimento totale nella vita di una coppia che all’improvviso si trova sballottata con orari ed impegni del tutto diversi da prima.

orari-neonato

Molti genitori si pongono spesso una domanda: è giusto adeguarsi agli orari del bambino, soprattutto nei primi anni di età, oppure è il bambino a doversi adeguare agli impegni dei genitori?

Questo quesito è di difficile risoluzione, specialmente in quelle famiglie dove entrambi i genitori lavorano e sono dunque costretti a far combaciare i loro orari alle esigenze del piccolo. E’ dunque questo un aspetto da non sottovalutare anche se è evidente che rispettare il ritmo del bimbo dovrebbe essere la priorità per una coppia di neo-genitori alle prese con l’educazione di un figlio.

Stabilire delle regole ben precise che scandiscano la giornata serve a dare serenità al neonato. Le abitudini sono infatti molto tranquillizzanti per il piccolo: sapere che dopo una cosa (per esempio il bagnetto) se ne farà un’altra (ad esempio prendere il biberon) rende il bambino più sereno. Sapere che al risveglio c’è la mamma che lo aspetta consentirà al piccolo di dormire anche più tranquillo, consapevole che al mattino seguente avrà la sicurezza di trovare una situazione che conosce e che fa ormai dunque parte di un rituale. In una fase in cui tutto è nuovo e tutto è scoperta, insomma, le regole sono importanti e i genitori devono essere i primi a capirlo.

Dare delle regole è importante nel percorso di educazione di un bambino che per forza di cose, essendo piccolo, non può darsele da solo. E’ ovvio che ogni tanto una eccezione non fa male: per una sera, insomma, si può decidere di lasciare il bambino alzato quell’oretta in più, fermo restando che nelle altre sere la cosa più corretta da fare è tornare al solito orario per fare la nanna.

 

Bio
Ultimi Post
Foto del Profilo
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti