Essere Mamma

Dividere i ruoli

Foto del Profilo
di Valentina Molinero il
Commenti (0)

Finalmente il nostro bambino è nato, torniamo a casa con il nuovo arrivato e la prima cosa di cui ci rendiamo conto nei giorni seguenti è che ci sono tantissime cose da fare, molte più di prima: le mamme devono soddisfare i bisogni del bambino, pulire casa, cucinare e magari tornare anche al lavoro. Ebbene l’errore che fanno tutte le donne è quello di voler fare troppo, essere presenti in ogni momento per il proprio bambino, curare la casa ma occuparsi anche  del marito.

professional-house-cleaning-from-family-clean-team-three-options-available

Le mamme italiane solitamente ritengono che sia normale occuparsi di tutto e la sera arrivano stremate, soggette al litigare con il proprio compagno e sicuramente poco propense alla vita di coppia. In America questo problema è stato risolto con il metodo “Fifty-fifty”, vale a dire la divisione dei compiti tra madre e padre, un gioco di squadra che permetterà a tutti di non stressarsi. Ricordiamoci sempre che essere mamma o donna non vuol dire essere un super eroe e quindi è sempre bene imparare a chiedere aiuto. Dividere i ruoli è importantissimo ed è qualcosa che inizia da subito, appena ci si accinge a convivere o appena si torna a casa con il proprio bimbo. I compiti possono essere divisi in vari modi e non necessariamente devono essere regole ferree, la routine si può cambiare quando vogliamo, l’importante è che ci sia collaborazione.

Il vostro compagno ad esempio si può occupare di buttare la spazzatura, passare la scopa, cucinare se arriva prima di voi a casa, caricare la lavastoviglie o la lavatrice oppure andare a prendere i bambini all’asilo, dai nonni o in qualunque altro posto. Secondo uno studio americano sbrigare insieme le faccende domestiche può diventare un ottimo collante per la coppia, sempre se non lo si prenda troppo sul serio. Ovviamente dividersi i ruoli vuol dire insegnare anche ai vostri bambini che non esistono compiti da maschio o da femmina e trasmetterete l’idea che la collaborazione è importante.

Quando i bambini saranno un po’ più grandicelli, potrete anche chiedergli aiuto,  come apparecchiare o sparecchiare, ma anche renderli autonomi ad esempio facendo fare loro la cartella, ordinando la propria camera, vestendosi da soli o prepararsi la merenda. L’abitudine di dividersi i ruoli in casa sarà molto positiva non solo perché ci permetterà di non affaticarci ma anche perché, una volta terminati gli impegni, avremo tutti un po’ di tempo da passare insieme con la famiglia o magari in coppia.

Bio
Ultimi Post
Foto del Profilo
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti