Salute

Dermatite: quali sono le cause e come curarla

Foto del Profilo
di Michela Gregoris il
Commenti (0)

La pelle dei neonati è molto delicata, per questo è facilmente soggetta a dermatiti di vario tipo. Non tutte sono gravi, alcune sono passeggere o si curano in pochi giorni con creme idratanti, ma a volte sono il sintomo di problemi dermatologici o altre malattie. Vediamo come riconoscerle e curarle al meglio.

come-fare-in-caso-di-crosta-lattea_75f2075af7476427b535b03ab0d5b0ac

Eritema da pannolino

Si tratta di un arrossamento dovuto allo sfregamento del pannolino contro la pelle del bambino, e si manifesta in generale a partire dal quinto mese, quando il neonato inizia a stare seduto. Niente di grave, in genere passa in 3 o 4 giorni ma cercare di prevenirlo può evitare che ricompaia, causando fastidi frequenti. È per questo buona norma cambiare il pannolino spesso, in modo da evitare i ristagni di urina e feci che possono contribuire a irritare la pelle. Inoltre, lavarsi le mani e lavare la zona con acqua tiepida e asciugare bene prima di rimettere il pannolino è un’altra operazione importante. Anche la scelta del pannolino stesso è fondamentale: non sono tutti uguali, e una delle cause di irritazione potrebbe essere la presenza di sostanze che favoriscono eritemi. Infine, quando è possibile, per esempio durante l’estate, è consigliabile lasciare il bambino senza pannolino, soprattutto se l’eritema è già presente. Se il problema persiste, però, bisogna controllare che non si sia innescata una vera e propria infezione.

Dermatite seborroica (crosta lattea)

Si presenta come una desquamazione di colore giallastro su testa, fronte e sopracciglia ed è dovuta alla produzione eccessiva di grasso (sebo) delle ghiandole sebacee. In questo caso la guarigione è generalmente spontanea, ma è importante mantenere la parte pulita e applicare apposite creme.

Dermatite atopica

Un problema sempre più frequente che coinvolge circa il 30% dei bambini. Si tratta di un tipo di eczema, generalmente si manifesta per cause legate all’ereditarietà accentuate da altre particolari condizioni (clima freddo, allergie, inquinamento). Si tratta di vere e proprie lesioni cutanee, molto pruriginose e recidive, cioè si tornano a manifestare, ma in genere guariscono spontaneamente entro i 3 anni o entro l’inizio della pubertà. Si tratta di chiazze rosse e di forma tonda umide (nel neonato) su viso e sugli arti; nei bambini più grandi si manifesta in genere nelle pieghe articolari di gambe e braccia, attorno alla bocca e sulle palpebre, e la pelle si presenta secca e più spessa. Non c’è una terapia specifica, ma in genere si cura con l’applicazione di creme antiinfiammatorie.
In alcuni casi il disturbo è difficilmente curabile, e alcuni ospedali hanno attivato l’educazione terapeutica per aiutare chi soffre di dermatite atopica a convivere con questo problema e quali prodotti applicare in base al tipo di lesioni che si presentano. Maggiori informazioni si possono trovare al seguente link: www.fondation-dermatite-atopique.org/it

Psoriasi infantile

Un’altra malattia infiammatoria della cute, recidivante e cronica, dovuta a una predisposizione genetica. In genere si manifesta con chiazze di forma tonda, di colore rosso, e ricoperte di squame biancastre. I luoghi in cui compare sono gomiti, ginocchia e zona lombo-sacrale.

Esistono poi tre tipi di psoriasi più tipiche dell’età infantile e sono:

  • napkin psoriasis che si manifesta nella zona del pannolino, non presenta squame ed è di colore rosso lucido;
  • psoriasi inversa che interessa zone cutanee con pieghe come ascelle, inguine, ombelico. Si tratta di lesioni molto arrossate e senza squame;
  • psoriasi guttata, caratterizzata da chiazze piccole di circa 2 cm ma molto numerose, in genere localizzate a livello del tronco, spesso legata a infezioni batteriche quali faringite, tonsillite o otite batterica.

Di solito la terapia per la psoriasi è di tipo locale (uso di creme cortisoniche, antiinfiammatori non steroidei, tazarotene). Può essere utile anche l’elioterapia (esposizione al sole) da adottare con le giuste precauzioni.

 

Bio
Ultimi Post
Foto del Profilo
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti