Medicina alternativa

Cure omeopatiche post parto per neo mamme

Foto del Profilo
di Michela Gregoris il
Commenti (0)

Il parto è un evento davvero unico, per le gioie che porta certo, ma anche i “dolori” che ne possono conseguire. Alcune di voi potrebbero non avere problemi o sintomi eclatanti, mentre altre possono aver bisogno di un piccolo aiuto, possibilmente naturale, per alleviare alcune delle conseguenze meno piacevoli del parto.

omeopatia

Se avete seguito delle cure omeopatiche in preparazione al parto è molto probabile che non abbiate bisogno di quanto segue. Ma nel caso dovessero insorgere alcuni disturbi in seguito al lieto evento, ecco alcuni suggerimenti per proseguire con la giusta cura omeopatica.

L’arnica vi aiuterà a recuperare le forze in seguito all’affaticamento che ha accompagnato tutto l’ultimo periodo, culminanto nel giorno della nascita di vostro figlio, ma favorirà anche la decongestione dell’utero e il suo ritorno a condizione normale, aiutandovi così a superare il “trauma” del parto.

Se siete molto spossate per la fatica del travaglio, la china vi sarà di grande aiuto, soprattutto nel caso in cui abbiate subito una lieve emorragia o se vi siete dovute sottoporre a parto cesareo. In quest’ultimo caso sarà bene che associate la china alla staphysagria, che favorisce la cicatrizzazione e la guarigione in generale. Inoltre, sulla cicatrice del cesareo potete applicare della calendula crema, e lavaggi con acqua sterile (cioè preventivamente bollita) con l’aggiunta di 30-40 gocce di calendula t.m.

Per l’allattamento, invece, si consiglia ricinus in caso mancanza di montata lattea e urtica urens se la produzione di latte non è sufficiente. Per alleviare gli eventuali dolori al seno durante l’allattamento si consiglia il phellandrum, e in caso la poppata vi lasci deboli e stanche ricorrete ancora alla china. La pulsatilla sarà invece d’aiuto in caso di produzione di latte eccessiva. Se il dolore al seno è  insopportabile (per capirci, anche la biancheria intima vi dà fastidio) ricorrete alla bryonia, da associare all’applicazione di impacchi caldi sulla zona dolorante.

Rivolgetevi, com’è ovvio, al vostro medico omeopata, insieme al ginecologo, perché sapranno consigliarvi al meglio in base ai sintomi che desiderate contrastare.

 

Bio
Ultimi Post
Foto del Profilo
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti