Bimbo

Cotone o lana per il nostro bambino durante l’inverno?

Foto del Profilo
di Chantal De Honestis il
Commenti (0)

Potrebbe sembrare un problema da nulla ma riuscire a vestire il vostro cucciolo nella maniera adeguata, riuscendo ad evitare che soffra il caldo o il freddo, non è cosa semplice.

vestire-bambino

Ogni mamma, pur ascoltando i preziosi consigli di chi le sta attorno, tende a vestire o meno il proprio bambino regolandosi secondo il proprio termometro interno. E così ogni mamma è assalita dai dubbi, l’ho coperto troppo? Avrà freddo, avrà caldo???

E quindi cosa fare??

Un buon inizio è quello di privilegiare la scelta di abiti con fibre naturali dal momento che le fibre sintetiche impediscono la traspirazione e hanno il fastidioso inconveniente che si caricano elettrostaticamente facendo sudare. Al contrario, fibre naturali come lana e cotone hanno il  vantaggio di permettere una corretta traspirazione del sudore. Lo stesso vale per la seta ma in questo caso i prezzi sono decisamente più importanti.

Se il vostro bambino è un neonato va sempre tenuto presente che la loro temperatura è più elevata della nostra e quindi soffrono più facilmente il caldo. Quindi, nella scelta per esempio dei body è meglio privilegiare quelli in caldo cotone piuttosto che in fibra mista come lana/cotone. In casa sarà sufficiente mettergli una tutina in ciniglia mentre quando lo porterete fuori, una tutina in caldo cotone e sopra la sua tenera e sfiziosa tutona imbottita saranno più che sufficienti per ripararlo dal freddo.

Per capire se un bimbo ha freddo o se è accaldato è sufficiente infilare un dito dietro al collo in modo da verificare la sua temepratura, un modo semplice, veloce ed efficace per regolarvi se coprirlo ancora un po’ o se scoprirlo. Per i neonati meglio ancora, quando possibile (quindi quando è in un ambiente chiuso o al caldo), mettetegli una mano sull’addome, è la zona che meglio di tutte riflette la reale temperatura corporea. Inoltre osservate il suo stato generale, se il viso è pallido e a piccole chiazze rosse e bianche e il bimbo vi sembra inquieto oppure vi sembra che respiri più in fretta del solito, vuol dire che potrebbe avere freddo. Se invece le guance del piccolo sono arrossate, allora è molto probabile che abbia caldo. Un utile stratagemma è quello di vestirli a cipolla, soprattutto se i bambini passano da luoghi caldi a freddi o se devono scatenarsi giocando e quindi facilmente sudare.

E quando li mettiamo a dormire?? Dobbiamo mettergli il pigiama, il body e il piumone o qualcosa di più leggero?Importante fare nuovamente il distinguo con i neonati. La maggior parte dei neonati durante la notte si scopre, quindi, a meno che non vogliate trascorrere la notte sveglie e fare i falchi sopra la culla del vostro bambino, pronte a coprirlo ogni volta che si scopre, allora optate per un sacco nanna e in alternativa una tutina di ciniglia. Ovviamente parliamo di case la cui temperatura notturna si aggira sui 19/20 gradi. Va inoltre ricordato che le alte temperature possono aumentare le probabilità della morte in culla (SIDS).

 

Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti