Gravidanza

Cosmetici pericolosi in gravidanza: ecco quali evitare

Foto del Profilo
di Stella Ochaa il
Commenti (0)

Durante la dolce attesa è meglio evitare alcuni cosmetici poiché potrebbero essere pericolosi per la salute del bebè. Scopriamo insieme quali possono essere i potenziali effetti nocivi di alcuni prodotti e trattamenti estetici in gravidanza.

Cosmetici in gravidanza: quali sono i rischi?

Una ricerca condotta dal Dipartimento di Informatica Medica di Nijmejen, Paesi Bassi, mostra una correlazione tra l’esposizione quotidiana a sostanze chimiche contenute in prodotti cosmetici in gravidanza (tinte per capelli, lacche, profumi, lozioni e creme per il corpo, ecc.) ed un aumentato rischio di aborto spontaneo.

Sappiamo che attraverso la pelle e la respirazione qualsiasi materiale può essere assorbito ed entrare nel circolo sanguigno oltrepassando la barriera placentare. Ecco perché è di fondamentale importanza leggere le etichette dei prodotti cosmetici facendo attenzione a tutti quei componenti che non sono propriamente naturali e biologici.

Quali precauzioni adottare?

LACCA E SMALTO – Gli ftalati che sono contenuti in parecchi di questi prodotti possono interferire con lo sviluppo sessuale maschile quindi, per maggiore sicurezza, sarebbe meglio utilizzare quelli privi di questi componenti. Se vogliamo applicare lo smalto alle unghie facciamolo in una stanza ben ventilata ed evitiamo lacche in spray preferendo prodotti come gel o mousse.

AUTOABBRONZANTI E CREME SOLARI – La protezione solare in gravidanza è importante perché gli ormoni della gravidanza possono rendere la pelle più sensibile. Alcuni filtri solari, però, contengono oxybenzone, che è sospettato di favorire un basso peso alla nascita nelle bambine. Per quanto riguarda prodotti contenenti ossido di zinco e biossido di titanio, non essendo assorbiti dalla pelle possono essere usati con tranquillità.

SBIANCAMENTO DEI DENTI – Anche se il perossido utilizzato per lo sbiancamento dei denti è sicuro per gli adulti, non sono noti i suoi effetti sul feto. Se ci teniamo a far risplendere il bianco dei nostri denti anche durante la gravidanza, possiamo utilizzare un normale dentifricio sbiancante e rimandare il trattamento dal dentista a dopo il parto.

TINTURE PER CAPELLI – In generale, i medici consigliano di evitare tinture per capelli, soprattutto nel primo trimestre di gravidanza, quando il feto in via di sviluppo è più esposto. L’ammoniaca contenuta nella maggior parte delle tinte per capelli può provocare la nausea, quindi, se non volete rinunciare a tingervi i capelli, potete sempre provarne una a base di erbe, come l’henné. In alternativa rivolgetevi al vostro parrucchiere di fiducia che saprà senza dubbio proporvi una tinta priva di ammoniaca e sicura per il vostro bambino.

ROSSETTI, FONDOTINTA E MASCARA – Una buona parte di questi contiene piombo, siliconi e derivati del petrolio, così come innumerevoli altre sostanze chimiche di sintesi utilizzate come conservanti od emulsionanti. Se non siete sicure che le sostanze riportate in etichetta siano innocue per voi e per il vostro bambino potete consultare online il BioDizionario (www.biodizionario.it), che vi aiuterà a scegliere i prodotti con meno sostanze indesiderabili.

CREME ANTIRUGHE – Sappiamo che molte creme antirughe sono a base di retinolo che, sebbene sia una vitamina liposolubile (vit. A), in base a molti studi sembra essere correlato a difetti della nascita e aborto spontaneo. Possono essere sostituite egregiamente dall’olio di mandorle, anche in associazione con altri oli vegetali come, ad esempio, l’olio di avocado, che viene utilizzato soprattutto per prevenire le smagliature.

CREME ANTICELLULITE– Leggete bene l’etichetta ed evitate quelle che contengono ormoni.

Loading...
Bio
Ultimi Post
Foto del Profilo
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti