Rimanere Incinta

Cos’è il Metodo di Shettles? A cosa serve?

Foto del Profilo
di Valeria Notaro il
Commenti (0)

Il metodo di Shettles è un metodo per calcolare il periodo fertile, ma c’è di più, secondo questo metodo sarebbe possibile incrementare le possibilità di concepire un maschietto o una femminuccia.

Ricorrendo a una semplice operazione matematica che serve a calcolare la data precisa dell’ovulazione, le donne sono in grado di aumentare le probabilità di rimanere incinta. Il periodo fertile solitamente dura 3-4 giorni ed è possibile stabilire il momento più indicato per concepire.

Secondo la teoria del metodo di Shettles sarà inoltre possibile scegliere di concepire o un maschietto o una femminuccia. Questa teoria fu messa appunto dallo studioso Shettles che divenne famoso grazie al suo saggio How to Choose the Sex of your Baby (Come scegliere il sesso del proprio bambino). Ma vediamo nello specifico in cosa consiste questo metodo.

La teoria di Shettles parte dal dato di fatto che il sesso del nascituro sia determinato dagli spermatozoi che possiedono sia il cromosoma X (femminile) sia il cromosoma Y (maschile), mentre gli ovuli possiedono solo il cromosoma X. In base alla teoria di Shettles gli spermatozoi con cromosoma Y sono più veloci e meno resistenti nel tempo, mentre gli spermatozoi con cromosoma X sono più lenti ma più resistenti, in grado quindi di sopravvivere in un ambiente a forte acidità (come la vagina).

E allora come scegliere il giorno del concepimento?

Secondo il metodo di Shettles bisogna scegliere il giorno del concepimento in base alle caratteristiche dei diversi tipi di spermatozoi per poter aumentare le possibilità di concepire un maschio o una femmina.

Per aumentare le possibilità di concepire un maschietto, il concepimento deve avvenire in prossimità del giorno dell’ovulazione, invece per aumentare le possibilità di concepire una femminuccia, il concepimento deve avvenire da 3 a 5 giorni prima del periodo fertile.

La teoria del metodo di Shettles nel corso degli anni ha subito molte critiche, la più importante fu quella del 1995 attraverso un articolo pubblicato sul New England Journal of Medicine e intitolato Timing of Sexual Intercourse in Relation to Ovulation—Effects on the Probability of Conception, Survival of the Pregnancy, and Sex of the Baby. In questo studio, i ricercatori concludevano che “ai fini pratici, i tempi del rapporto sessuale in relazione alla ovulazione non ha alcuna influenza sul sesso del bambino”.

Magari il metodo di Shettles non darà i risultati sperati e alla fine poco importa se si concepisce un maschietto o una femminuccia, ma in fin dei conti tentar non nuoce.

 

 

Loading...
Bio
Ultimi Post
Foto del Profilo
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti