Salute

Cosa fare se il bebè ha la diarrea?

Foto del Profilo
di Michela Gregoris il
Commenti (0)

Si tratta di un disturbo abbastanza comune nei neonati, e non è il caso di allarmarsi e nemmeno di ricorrere subito al pediatra: solo in alcuni casi, infatti, è necessario rivolgersi al medico.

Non è strano che anche i bambini ancora molto piccoli soffrano di episodi sporadici di diarrea:con questo termine si definiscono scariche di feci liquide. Solitamente si tratta di un disturbo passeggero, che non influisce particolarmente sulla condizione del bebè, che continuate a vedere tranquillo come se non fosse successo niente. In questo caso, che è anche il più frequente, non c’è nulla di cui preoccuparsi.
Quello che bisogna fare è assicurarsi che il bambino sia ben idratato: uno dei pericoli maggiori della diarrea è infatti la disidratazione. Non è quindi necessario sospendere l’allattamento, anzi, anche in caso di diarrea acuta l’allattamento non va sospeso per non privare il bambino di sostanze nutritive. In caso di più scariche, oltre al latte è bene somministrare una soluzione reidratante. Andranno tenuti sotto controllo la temperatura del bambino (per assicurarsi che non abbia la febbre e non si tratti di un virus) e il suo peso (il cui calo è indice di disidratazione, ma avviene solo se il disturbo persiste per diversi giorni).

Però ci sono alcuni casi in cui è consigliato rivolgersi al pediatra:

  • Se il problema persiste per più di 24 ore e ci sono segnali di disidratazione (perdita di peso, pannolino asciutto per molte ore, stanchezza, pallore, rifiuto di bere)
  • Se gli episodi si ripetono molto spesso, a intervalli abbastanza regolari (potrebbe trattarsi di un caso di intolleranza: il bebè potrebbe per esempio risultare intollerante al lattosio)
  • Se l’episodio compare dopo l’introduzione di un nuovo alimento nella dieta del neonato (un controllo può evidenziare se esista un problema di allergia).
Loading...
Bio
Ultimi Post
Foto del Profilo
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti