Da 1 a 3 anni

Consigli per educare i bambini nei loro primi anni di vita

Foto del Profilo
di Marianna Pilato il
Commenti (0)

Fare i genitori, si sa, non è un ruolo facile e, come per tutte le nuove esperienze, richiede una certa pratica. Con il primo figlio, perciò, spesso madre e padre non sanno come comportarsi per impartire al bambino una certa educazione e delle sane abitudini.

educare-figli-piccoli

Per ottenere dei risultati concreti in breve tempo, in realtà, basta seguire delle semplici regole che variano a seconda di ciò che volete insegnare ai vostri pargoli. Se per esempio il problema maggiore consiste nel non riuscire a far addormentare il bambino, mamma e papà dovrebbero creare un certo rituale da ripetere tutte le sere per abituarlo a dormire da solo. Si consiglia in primo luogo di mantenere lo stesso orario tutte le sere, e stare un po’ sul lettino con il bambino leggendogli una fiaba o cantandogli una canzoncina per rassicurarlo.

I primi anni di vita sono importantissimi anche per il fatto che il bambino inizia a parlare e a usare sempre più parole. Per far sì che il bambino impari a parlare correttamente, è sconsigliabile correggerlo in continuazione quando sbaglia qualche vocabolo: sarebbe molto più utile, invece, parlargli spesso, utilizzando frasi brevi e semplici e scandendo bene le parole. Bisogna poi tenere in conto che a volte i bambini dicono parole incomprensibili, alle quali è sempre bene rispondere in qualche modo per fargli capire i turni di conversazione. Se, al contrario, il bambino è solito indicare cose e persone, è bene nominargliene sempre, in modo che impari a chiamare gli oggetti con i termini giusti.

Dopo i 18 mesi, infine, sarebbe bene abituarlo a usare il vasino, abbandonando definitivamente il pannolino. Per iniziare è bene approfittare della stagione estiva, quando appunto il pannolino viene percepito più come un fastidio che altro, soprattutto in spiaggia o in altri luoghi di vacanza. Naturalmente la cosa più difficile da insegnare al bambino sarà la consapevolezza degli stimoli del proprio corpo, che si acquisisce solo col tempo. Aspettatevi perciò di trovare ai primi tentativi il pavimento o il letto bagnato, e armatevi di pazienza. Per fargli piacere il vasino, cercate di fargli considerare il wc come se fosse un gioco, mettendogli della carta igienica colorata o mostrandogli voi stessi come si fa la pipì lì dentro. Non dimenticatevi, infatti, che i bambini, soprattutto quelli piccoli, tendono ad imitare ciò che vedono fare agli adulti!

Bio
Ultimi Post
Foto del Profilo
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti