Fecondazione Assistita

Comprare il seme online, ma quanto è diffusa questa pratica?

Foto del Profilo
di Laura Pandolfi il
Commenti (0)

Un’inchiesta del settimanale americano Newsweek, riportò la storia di due donne, Beth e Nicole, che nell’estate del 2010 decisero di scrivere in un motore di ricerca “donatore gratuito di sperma“. Il gennaio successivo nacque il loro bambino.

seme-online

Sono sempre di più i casi di scambio di sperma “fresco” tra sconosciuti. Molte donne single che vogliono avere un figlio decidono di non andare all’estero, bensì di aggirare la legge 40 direttamente da casa, davanti al computer. Vediamo quanto e come questa pratica stia prendendo sempre più piede, soprattutto grazie al web.

La Legge 40 vieta la fecondazione artificiale eterologa ed è per questo che molte donne hanno iniziato a comprare il seme in “kit fai da te” su internet. Alcune ricerche riportano che il costo può variare dai 40 ai 240 euro per 0,5 millilitri di seme quando il donatore è anonimo, e dai 140 ai 320 euro quando non lo è.

Gli esperti affermano che le probabilità che un’operazione del genere riesca, in realtà, sono molte poche. Questo perché la quantità di sperma contenuta nelle provette risulta spesso insufficiente per una buona riuscita dell’inseminazione intravaginale, inoltre è difficile verificare con certezza il grado di attendibilità delle informazioni ricevute via web. Altra cosa da non sottovalutare è saper determinare se si è o meno nel periodo fertile e per stabilirlo con certezza andrebbero effettuati controlli specifici.

Nonostante gli avvertimenti degli esperti però, in America è nata la Free Sperm Donor Registry (FSDR), che conta oltre duemila soci, e ha una particolarità che la rende piuttosto popolare tra gli uomini donatori: permette la donazione attraverso il rapporto “naturale”. In Inghilterra invece troviamo la Free Sperm Donations Worlwide (FSDW) che vanta circa 2300 gravidanze dal 2003 e che però, diversamente dalla fondazione americana,  permette solo l’inseminazione artificiale.

Infine a dimostrazione di quanto la pratica del comprare il seme online stia prendendo piede, va citata la danese Cryos International, la più grande banca del seme del mondo. Collegandosi ad internet e pagando con il bancomat online la Cryos permette di ordinare il “kit di riproduzione fai da te“, dopo aver selezionato le caratteristiche per il futuro bimbo: colore degli occhi, dei capelli e addirittura il quoziente di intelligenza. Il sito inoltre permette di consultare il profilo del donatore, ascoltarne la voce registrata, piuttosto che osservare com’era da bambino. I donatori ricevono circa 67 euro a prestazione e la Cryos assicura che il loro seme viene controllato e certificato per salute e vitalità riproduttiva. Attraverso questo sistema la filiale danese conta circa duemila gravidanze riuscite ogni anno di cui 27 in Italia nel 2011.

Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti