Educare un figlio

Come stimolare l’autostima in nostro figlio

Foto del Profilo
di Valentina Molinero il
Commenti (0)

L’autostima è importantissima nella vita di un essere umano ed è ancora più preziosa quando si ha a che fare con i propri figli. Crescere nel modo giusto i propri bimbi vuol dire far nascere in loro l’autostima fin da piccoli e farla crescere nel corso dell’intera vita. E’ naturale che un genitore voglia coccolare e stare accanto nei momenti difficili ai propri figli, ma questo talvolta può renderli dipendenti o privi di fiducia in se stessi.

autostima

Un bambino non timido, che parla con tutti, che si pone obiettivi, ha fiducia in ciò che crede, mostra le proprie opinioni, è un figlio pieno di autostima. Il compito dei genitori è quindi quello di coltivare il seme dell’autostima, aiutando il proprio bimbo a crescere, con piccoli atteggiamenti, precauzioni e comportamenti.

Ma cosa bisogna fare? Da dove iniziare?
Il primo aspetto importante è quello di avere sempre il giusto approccio: essere paziente con il proprio figlio anche quando sbaglia, incoraggiarlo così da insegnargli che un errore non è una tragedia e non rappresenta un insuccesso. Ascoltare il bambino, le sue opinioni e ciò che ha da dire, così da insegnargli che la sua opinione è importante quanto quella dei grandi. Un altro aspetto importante è quello di avere sempre reazioni positive e rispettare il bambino.

Ovviamente queste sono solo piccole precauzioni che si adattano un po’ a tutti i bambini, per il resto ogni genitore deve adattarsi al proprio figlio, e seguire le sue inclinazioni naturali; ad esempio, chiudere la giornata dicendo al proprio bambino che si è fieri di lui e che diventerà proprio ciò che vuole (un calciatore, una ballerina o qualunque altra cosa) può essere davvero utile perché stimola un’immagine positiva e lo aiuta a credere in se stesso. Di grande aiuto può essere anche insegnargli a curare il proprio l’aspetto e permettergli di scegliere il proprio vestiario: cosa indossare, come acconciare i capelli, ma senza esagerare o questo atteggiamento potrebbe farvi trovare di fronte a figli che vogliono uscire vestiti da principesse o tartarughe ninja. La cosa importante è fare in modo che questo atteggiamento permetta a nostro figlio di  sviluppare la propria individualità e a mostrare la stima che avete nei suoi confronti. Poi mano mano che il bambino cresce potrete insegnargli che ci sono abbigliamenti consoni per uscire e altri per stare in casa.

Per finire è bene scegliere compagni di gioco adatti al proprio figlio: permettergli di frequentare bambini che lo sovrastano o sono soliti prendere il sopravvento è sbagliato, è bene evitare queste amicizie e scegliere amicizie che abbiano un influenza positiva. L’autostima si crea tanto in casa quanto in gruppo.

Questo genere di consigli ovviamente valgono per la madre come per il padre, è importante capire fin da subito che il bambino è figlio di entrambi e che per stimolare la sua autostima e farlo vivere felice è necessario che marito e moglie abbiano un atteggiamento simile. Ad esempio è sbagliato che uno motivi il bambino e l’altro gli faccia notare gli errori, perché vorrebbe dire creare confusione in una mente giovane e in crescita.

Tutte queste accortezze, utili a sviluppare l’autostima del nostro bambino, non devono essere troppe: i bambini non devono essere trattati come infallibili o perfetti, bensì gli si deve insegnare che l’errore nella vita esiste e che non devono preoccuparsi di sbagliare, l’importante è credere in se stessi e fare le cose al massimo delle proprie possibilità.

Un bambino che cresce credendo in se stesso sarà un adulto che possiede autostima!

Bio
Ultimi Post
Foto del Profilo
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti