Non rimango incinta

Come si può restare incinta se si ha un ciclo irregolare?

Foto del Profilo
di Laura Pandolfi il
Commenti (0)

Generalmente un ciclo che va dai 23 ai 40 giorni è considerato normale. C’è da stare sull’attenti solo se la lunghezza del ciclo supera i 45 giorni.

ciclo-irregolare

Non sempre le irregolarità del ciclo sono sintomo di patologie, ma molto spesso sono dovute ad alterazioni ormonali che causano dei ritardi più o meno lunghi o la presenza di cicli in tempi ravvicinati tra loro. Di solito, se il ciclo mestruale è presente, anche se irregolare, basta avere pazienza ed aspettare il concepimento qualche mese in più. Rivolgetevi comunque ad un ginecologo per individuare la causa dell’alterazione e ritrovare una certa regolarità.

Ma come comportarsi quando si hanno cicli irregolari e desideriamo un bambino? Innanzi tutto c’è da dire che praticamente tutte le donne, almeno in due periodi della loro vita, hanno cicli mestruali molto irregolari: durante la pubertà e durante la premenopausa (climaterio). Al di fuori di questi due particolari momenti, una donna su due ha cicli irregolari, con una durata che può variare da un ciclo all’altro. Ma anche una donna con un ciclo irregolare può individuare i giorni di ovulazione e il proprio periodo fertile.

Come abbiamo spiegato in altri articoli, non è sempre facile accorgersi dell’ovulazione, a meno che non si impari a conoscere bene il proprio organismo. Alcune donne possono avvertire una pressione nel basso ventre (a destra o a sinistra) e nei seni, una certa fragilità delle caviglie e talvolta delle piccole perdite di sangue che durano solo un giorno o due. Poi c’è il muco cervicale, secrezione molto liscia, gelatinosa, traslucida e abbondante. Si può anche esaminare la propria cervice servendosi di uno speculum o di uno specchio. Questa è una pratica molto comune in America ed ora i diffusasi anche in Italia. In questo modo si potrà vedere il collo dell’utero semiaperto e il muco cervicale, la cui consistenza e aspetto mutano secondo le fasi del ciclo. Nel momento dell’ovulazione esso sarà chiaro e abbondante.

Indipendentemente dalla lunghezza e dalla regolarità dei cicli, ogni donna può individuare alcuni segni indicatori dei giorni fertili prendendone nota quotidianamente. Ad esempio attraverso la misurazione della temperatura basale. A tal proposito, vi consigliamo di leggere l’articolo “Test per individuare i giorni giusti dell’ovulazione“.

Hai trovato utile questo articolo?
VOTA
Piace a 1 persona.

Commenti

commenti