Salute

Come si fanno i lavaggi nasali?

Foto del Profilo
di Michela Gregoris il
Commenti (0)

I lavaggi nasali al neonato possono aiutare a prevenire lo sviluppo di infezioni alle vie respiratorie, oltre a mantenere il naso del vostro bambino pulito finché non è in grado di soffiarselo da solo.

foto-neonati-23

I lavaggi nasali sono una pratica quotidiana che si può rivelare molto utile per la salute di vostro figlio: infatti, naso, bocca e orecchie sono collegate, e mantenerle libere dal muco evitandone il ristagno dà meno possibilità a batteri e germi di intaccare la salute delle vie respiratorie del vostro bambino. Soprattutto se il piccolo soffre spesso di otiti, pensare ai lavaggi nasali come metodo di prevenzione potrebbe essere la soluzione che fa per voi.

Ma come si effettuano i lavaggi nasali? Non è molto difficile per la mamma, né doloroso per il bambino: seguite questi semplici passi e potrete facilmente liberare il nasino di vostro figlio dal muco stagnante.

  • munitevi di un flacone di soluzione fisiologica;
  • distendete il bambino sulla schiena e inclinategli la testa da un lato;
  • introducete il beccuccio del flacone nella narice che rimane più in alto (quindi dal lato opposto rispetto a quello verso cui è inclinata la testa del bimbo);
  • premete l’erogatore per qualche secondo: la soluzione uscirà dalla narice che sta più in basso. In questo modo si dovrebbe rimuovere il muco in modo completo;
  • poi passate a ripetere l’operazione con l’altra narice, inclinando quindi la testa del bimbo dall’altro lato;
  • infine, sollevate il bambino in modo da far uscire tutto il muco e pulitelo con un fazzoletto.

A termine dell’operazione, lavate il flacone con acqua calda e lasciate asciugare bene. Durante l’operazione, fate attenzione a che il bimbo non inclini la testa all’indietro, in modo che la soluzione non venga inghiottita (così eviterete sia il rischio che gli vada di traverso, sia che il sapore poco piacevole provochi disagio al piccolo).
In questo modo potrete ottenere un’ottima detersione del naso del bambino e decongestionarlo. Inoltre eliminerete eventuali agenti infettivi o allergeni, donando sollievo al piccolo in caso di secchezza nasale.

Se il bimbo è molto piccolo e il naso molto intasato, potete effettuare anche un’aspirazione nasale. Ecco come:

  • munitevi di un aspiratore nasale con beccuccio;
  • distendete il bambino sulla schiena;
  • inserite il beccuccio dell’aspiratore all’inizio della narice e aspirate, chiudendo l’altra narice con un dito, poi ripetete l’operazione con l’altra narice.

È bene inoltre, dopo ogni utilizzo sostituire il filtro dell’aspiratore per evitare la proliferazione di eventuali batteri, e sciacquare con acqua calda il beccuccio.

Ecco quindi un modo semplice e sicuro perché le secrezioni nasali del bambino non scendano nelle basse vie aeree, compromettendo la salute di vostro figlio con problemi più gravi, come bronchiti, asma o polmoniti.

 

Bio
Ultimi Post
Foto del Profilo
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti