Famiglia e Tempo libero

Come far acquisire dimestichezza con il codice stradale ai nostri figli

Foto del Profilo
di Marianna Pilato il
Commenti (0)

Il traffico, soprattutto quello massiccio nelle grandi città italiane, rappresenta un pericolo per i piccoli che ancora possono non comprendere il senso dei più comuni segnali stradali. Ecco allora perché diventa fondamentale insegnare loro a muoversi con prudenza fra le auto in movimento, magari con l’aiuto di esercizi divertenti che li aiuteranno a memorizzare meglio anche le regole basilari.

Secondo quanto indicato dall‘Upi, ovvero il centro svizzero per la prevenzione degli infortuni, la fascia fra i 4 e i 10 anni d’età sarebbe quella più esposta ai pericoli. Probabilmente perché la maggior parte dei bimbi fin da quando frequentano le scuole elementari sono soliti recarsi da soli a piedi in istituto. Per prima cosa, quindi, è necessario far capire loro che la strada non è uno spazio per giocare, bensì un luogo pubblico con determinate regole da rispettare.

Il primo oggetto di cui si deve apprendere la funzionalità è senza dubbio il semaforo. Adattandosi a una visione infantile della realtà, parlandone ai bimbi gli adulti possono paragonarlo a un guardiano del traffico che quando è rosso e giallo ordina di fermarsi mentre quando è verde indica via libera per attraversare sulle strisce pedonali.

Altrettanto importante è ricordare ai piccoli che è sempre meglio camminare vicino al lato interno del marciapiede, il più lontano possibile insomma da dove scorrono le macchine.

Ha una sua utilità, inoltre, anche il cosiddetto “gioco dei 4 sguardi”: con esso in pratica si istruiscono i piccoli a guardare a destra e a sinistra prima di attraversare e pure un’altra volta quando si è a metà della carreggiata. Calcolate infine che esistono degli ottimi corsi di educazione stradale per bambini sia a Roma (www.parcoscuola.it) che a Milano (www.comune.milano.it), organizzati dalla polizia locale o da esperti del settore.

 

 

 

 

 

Loading...
Bio
Ultimi Post
Foto del Profilo
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti