Bimbo

Come aiutare il bambino nei suoi primi passi

Foto del Profilo
di Valeria Notaro il
Commenti (0)

I primi passi di un bambino sono molto importanti, di solito avvengono dopo una fase di gattonamento, il compito dei genitori è aiutarlo e sostenerlo nei suoi primi passi, in modo da fargli superare la paura di cadere e incoraggiarlo il più possibile in questa fase così importante della sua crescita. Ecco qualche utile consiglio.

L’età media dei primi passi

I primi passi avvengono solitamente intorno ai 12 mesi, tuttavia ci sono bambini che iniziano a camminare intorno ai 9 mesi e altri bambini che muovono i primi passi verso i 18 mesi. Questo dipende anche dai genitori, se infatti uno dei due ha iniziato a camminare precocemente, è probabile che anche il figlio inizi molto presto. In ogni caso entro l’anno e mezzo si è nella norma.

Piedi nudi o scarpe?

Durante i primi passi del bambino, va bene lasciarlo a piedi nudi o con calzini antiscivolo. Ciò dipende naturalmente dal pavimento che si ha in casa e dalla stagione. E’ inutile affrettarsi a comprare delle scarpe, saranno soldi spesi inutilmente, in quanto il piede di un bambino cresce molto in fretta.

Cosa fare per aiutarlo

Per prima cosa bisogna assecondarlo, non bisogna forzarlo ma lasciarlo libero. Il genitore non lo deve mettere in piedi e poi lasciarlo solo, ma deve essere il bambino ad alzarsi autonomamente, quando si sentirà pronto. In questa fase i genitori devono elogiarlo e incoraggiarlo. Se cade non bisogna mostrarsi spaventati, spesso quando cade non si fa male e se comincia a piangere è perchè ha visto l’espressione spaventata dei genitori, un atteggiamento preoccupato potrebbe infondergli insicurezza.

Casa adatta per un bambino

Durante i primi passi del bambino, è importante adeguare la casa al piccolo. Per prima cosa, bisogna eliminare tutti gli oggetti pericolosi e fragili a portata di mano, poi bisogna coprire le prese elettriche con apposite copripresa e gli spigoli con appositi paraspigoli, togliere di mezzo tappeti, chiudere i detersivi e liquidi velenosi in un armadietto posizionato in alto. Insomma la casa deve essere a misura di bambino.

Mano o dito?

Il modo migliore per aiutare il bambino nei suoi primi passi e porgergli un dito, è sbagliato invece tenerlo per mano, in quanto si può rischiare lussazioni dell’avambraccio, il dito invece serve solo di sostegno e infonde al bambino un senso di sicurezza anche psicologica.

Prime scarpe e primi passi

Quando la camminata diventa più sicura, è il momento di comprare le prime scarpe, che  devono essere flessibili e con plantare.

Infine non bisogna preoccuparsi se cammina con le punte rivolte verso l’interno, o se cammina sulle punte, fa tutto parte del processo di ricerca dell’equilibrio e della giusta posizione eretta.

 

 

 

 

 

 

 

Loading...
Bio
Ultimi Post
Foto del Profilo
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti