Psicologia infantile

Che cos’è il disturbo dell’attaccamento?

Foto del Profilo
di Michela Gregoris il
Commenti (0)

I disturbi dell’attaccamento possono manifestarsi in vari modi, ma nascono tutti da una relazione patologica tra la figura genitoriale di riferimento (di solito la madre) e il bambino.

L’attaccamento è una modalità innata di ricerca di vicinanza e protezione da parte del bambino: quando è piccolo, il bambino cerca sempre il contatto della mamma, lo sguardo, l’attenzione, di cui ha bisogno per sentirsi più sicuro anche nell’esplorazione del mondo esterno. A volte questa relazione si sviluppa in modo sbagliato e può portare come conseguenza diversi tipi di disturbo dell’attaccamento. Ecco quali sono:

Distorsione della base sicura che a sua volta si può suddividere in:

  • distorsione con comportamenti che mettono in pericolo il bambino;
  • distorsione con esplorazione inibita e ricerca continua della vicinanza;
  • distorsione caratterizzata da vigilanza e compiacenza eccessiva;
  • distorsione con inversione del ruolo (preoccupazione per la figura di riferimento).

Assenza di attaccamento che si può suddividere in

  • assenza di attaccamento con ritiro emozionale (il bambino è inibito nella ricerca di conforto, ricerca di aiuto, manifestazione di affetto);
  • assenza di attaccamento con socievolezza indiscriminata (il bambino cerca interazioni sociali con persone estranee senza la discriminazione e la reticenza tipica dei bambini).

Disturbo reattivo dell’attaccamento

  • del tipo inibito: il bambino è incapace di dare inizio alla maggior parte delle interazioni sociali e dà risposte eccessivamente inibite (attenzione fredda, resistenza alle tenerezze);
  • del tipo disinibito: c’è un attaccamento diffuso e il bambino mostra una socialità indiscriminata, una mancanza di selettività nella scelta delle figure di attaccamento. Questo tipo di disturbo, se non è dovuto a ritardo nello sviluppo mentale, è dovuto in genere a una trascuratezza nei confronti dei bisogni emotivi del bambino, o a un continuo cambiamento della figura di accudimento, che non permette la creazione di legami stabili.

Disturbo dell’attaccamento interrotto

Questo disturbo si manifesta quando la figura di riferimento viene improvvisamente a mancare, in genere a seguito di una separazione o un lutto. In genere si manifesta con un comportamento insicuro-disorganizzato ed esprime un disturbo globale del sentimento di sicurezza e di protezione del bambino.

In presenza di un disturbo dell’attaccamento sarà necessario l’intervento di specialisti che possano seguire sia il bambino sia i genitori o le figure di riferimento in modo da recuperare una modalità di relazione più stabile e sicura, in modo da evitare l’insorgere di disturbi ancora più complessi in futuro.

Loading...
Bio
Ultimi Post
Foto del Profilo
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti