Educare un figlio

Bimbi e competizione: non solo tra fratelli

Foto del Profilo
di Francesca Rolle il
Commenti (0)

Tutti sanno come tra fratelli ci possano essere sentimenti contrastanti di amore odio ma non tutti considerano che qualcosa di simile si possa verificare tra cuginetti. 

Cugini quasi fratelli: la competizione è sempre in agguato

Passano molto tempo insieme, hanno quasi la stessa età e allora perchè non vanno mai d’accordo? Sono moltissimi i cuginetti che trascorrono insieme intere giornate ma che non fanno altro che litigare. Eppure, quando sono lontani si cercano, si difendono agli occhi di terzi e sentono la mancanza gli uni degli altri.
Molto spesso, il rapporto tra cugini è molto simile a quello tra fratelli perchè la competizione si sposta dalla casa del nucleo famigliare a quella dei nonni. Si vuole essere apprezzati non solo dai genitori ma anche da nonni e zii e, così, pur con tutto l’affetto possibile, scatta una competizione selvaggia che porta i cuginetti a litigare di continuo.

Cosa fare per mitigare la competizione

Il compito di migliorare la relazione tra cugini spetta principalmente ai genitori, tutti e quattro, e ai nonni che i bambini hanno in comune.
In particolare, i genitori di ogni bambino devono far notare al proprio figlio che il cuginetto vive in un’altra casa e può avere un’educazione sensibilmente diversa: bisogna quindi rispettare le regole che lui ha interiorizzato.
Il compito più importante, però, spetta ai nonni che, spesso, tendono a perpetuare le aspettative da sempre proiettate sui propri figli anche sulla rispettiva prole. In questo modo, i bambini subiscono le conseguenze del passato dei propri genitori e sviluppano sensi di inferiorità, di colpa o di onnipotenza che nulla hanno a che vedere col presente, trasformandoli in risentimento verso gli altri.

Loading...
Bio
Ultimi Post
Foto del Profilo
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti