Alimentazione Bimbo

Bambini più intelligenti grazie ad un ‘pizzico’ di sale iodato al giorno

Foto del Profilo
di Elisa Di Mattia il
Commenti (0)

Aggiungere un pizzico di sale iodato al giorno nell’alimentazione dei bambini può rappresentare un valido aiuto per il loro sviluppo cerebrale, rendendoli più intelligenti e migliorando il loro rendimento a scuola.

L’importanza del sale iodato nell’alimentazione è stato oggetto dell’incontro che si è tenuto nello Spazio Scuola del Padiglione Italia promosso dal Ministero della Salute a Expo Milano: oltre ad essere fondamentale per l’alimentazione, il sale iodato è un prezioso alleato per il buon funzionamento della tiroide, per migliorare le capacità intellettive e per la crescita dell’organismo.

Come spiegato da Dominique Van Doorne, endocrinologa e segretaria scientifica di Atta-Lazio Onlus, lo iodio è un componente fondamentale per l’ormone tiroideo, importante per lo sviluppo del sistema nervoso del feto e del bambino, e una sua carenza nell’alimentazione può portare ad un malfunzionamento della tiroide, incidendo negativamente anche sull’apprendimento.

Assumere un pizzico di sale iodato al giorno, dunque, si rivela benefico sia per il quoziente intellettivo che per tutto l’organismo, soprattutto nei bambini e durante la gravidanza. Come spiegato dall’endocrinologa, infatti, quando un bambino è pigro e fa fatica a concentrarsi in classe, spesso si scopre che la mamma non ha mai mangiato pesce e non ha assunto sale iodato durante la gestazione.

L’ipotiroidismo fetale è una patologia piuttosto diffusa, proprio perché non si conoscono fino in fondo i benefici del sale iodato soprattutto in gravidanza, e il 50% della popolazione italiana che non usa sale iodato come condimento risulta avere una carenza di iodio.

Loading...
Bio
Ultimi Post
Foto del Profilo
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti