Bimbo

Bambini dimenticati in auto: ha solo 10 anni l’inventore del nuovo dispositivo per salvarli

Foto del Profilo
di Stella Ochaa il
Commenti (0)

Si chiama Bishop Curry Junior, è un bambino texano di soli 10 anni ed ha messo a punto una soluzione per salvare la vita ai bambini dimenticati in auto. Scopriamo insieme di cosa si tratta.

Bambini dimenticati in auto e amnesia dissociativa

In Italia, così come in tutto il mondo, i casi di bambini dimenticati in auto sono sempre più frequenti. Con l’arrivo del caldo, e dopo i recenti fatti di cronaca delle ultime settimane, si torna a parlare di amnesia dissociativa. Gli esperti ritengono che alla base di questo fenomeno vi sia una sorta di black out mentale, probabilmente generato da un periodo di forte stress o stanchezza psico-fisica dei genitori.

Oasis: il nuovo dispositivo

Per evitare che queste vicende si trasformino in vere e proprie tragedie, il giovanissimo inventore americano di nome Bishop ha creato un innovativo dispositivo da installare all’interno dell’automobile.

Il congegno, battezzato con il nome di Oasis, ha un sensore in grado di rilevare gli innalzamenti di temperatura all’interno della vettura e, al raggiungimento di una certa soglia di calore, si aziona emettendo aria fresca. Contemporaneamente, attraverso un’antenna, il dispositivo invia un segnale di pericolo alle autorità competenti e ai genitori.

 

Oasis è stato concepito dopo che il su inventore, Bishop, ha appreso dal notiziario della morte di Fern, un bambina che abitava nella sua stessa strada, tragicamente dimenticata in auto dai genitori.

Di fatto si tratta di una scatola rosa da posizionare sui poggiatesta dei sedili anteriori oppure direttamente sul seggiolino del bambino. Il giovane Bishop ne ha già realizzato un prototipo in 3D ed è in attesa del brevetto. Attualmente è stata avviata una campagna di raccolta fondi sulla piattaforma GoFundMe, fissando a 20.000 dollari l’obiettivo di partenza. In pochi giorni la cifra è stata superata ed il denaro ricavato verrà destinato alle spese per il brevetto e alla ricerca di una fabbrica intenzionata a produrre il dispositivo.

In attesa che Oasis arrivi sul mercato, è importante continuare la campagna di sensibilizzazione sull’argomento per evitare che altre piccole vittime perdano la vita intrappolati nelle auto e dimenticati sotto il sole.

Loading...
Bio
Ultimi Post
Foto del Profilo
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti