Post parto

Atonia Uterina

Foto del Profilo
di Maris Matteucci il
Commenti (0)

L’atonia uterina altro non è che la mancanza di tono muscolare dell’utero. Questo problema, più diffuso di quanto si possa pensare, si verifica quando non c’è contrazione delle pareti uterine e quando i capillari sanguigni, non costringendosi più, perdono molto sangue dando il via ad una vera e propria emorragia che può avvenire durante o dopo il parto.
L’atonia uterina si verifica più spesso nei casi di parto gemellare e il motivo è facilmente comprensibile: il peso di due bambini è più difficile da sopportare per l’utero che, affaticato dai nove mesi di gravidanza, “non trova più la forza” di contrarsi. L’emorragia provocata da questa patologia si divide tra primaria e secondaria. L’emorragia primaria è quella che si verifica con copiosa perdita di sangue durante le prime 24 ore del parto mentre l’emorragia secondaria è quella che colpisce la donna in un secondo momento ovvero ad almeno 24 ore dal parto. In entrambi i casi questa patologia non va sottovalutata e la diagnosi è importante per correre ai ripari e “limitare” i danni in tempi rapidi.

Nei casi in cui si riscontri una atonia uterina i medici sono soliti somministrare della ossitocina per via endovenosa oppure del prostaglandine per via intramuscolare per cercare di riportare le contrazioni dell’utero ad un livello ottimale e ridurre dunque, a poco a poco, la perdita di sangue. Generalmente subito dopo il parto i medici cercano di prevenire il fenomeno della atonia uterina con tutta una serie di misure che velocizzino le contrazioni dell’utero, evitando così che i capillari sanguigni che prima irroravano la placenta, e che all’improvviso si trovano ad essere scoperti (per l’espulsione della stessa conseguente alla nascita del bambino), si trovino nella condizione di gettare sangue provocando una condizione di ulteriore disagio nel fisico della donna, già comprensibilmente debilitato a causa del parto.

Loading...
Bio
Ultimi Post
Foto del Profilo
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti