Famiglia e Tempo libero

Antiginnastica, per “sentire” te stessa

Foto del Profilo
di Daniela Bottarelli il
Commenti (0)

Tendiamo a vedere il corpo come un oggetto di investimento in bellezza e giovinezza, ma esiste un’altra tendenza, che vede il corpo più come “relazione” che non “oggetto” e intende il benessere come esplorazione, capacità di“sentire”, ricerca di un equilibrio psicofisico.

L’antiginnastica si inserisce in questo filone. Restituire al corpo tonicità, mobilità e flessibilità, ritrovare l’energia, allentare la tensione: ecco i suoi obiettivi. L’antiginnastica è un metodo di lavoro psico corporale nato in Francia, basato sull’ascolto delle percezioni, su movimenti lenti e non standardizzati e sulla stimolazione dei muscoli profondi.

Questa disciplina lavora in modo profondo anche sul corpo e sulla muscolatura.
In particolare si concentra sulla catena posteriore, quella che i gesti della vita quotidiana tendono ad accorciare e risulta molto utile alla donna che ha appena vissuto una gravidanza. Il lavoro di riallungamento di questi muscoli per molti mesi il peso del corpo sbilanciato in avanti ha spostato il carico sulla schiena, determinando quell’accorciamento della muscolatura posteriore che l’antiginnastica si propone di riequilibrare.
Come avviene?

Il lavoro sulla respirazione è centrale: se respiriamo male, contribuiamo all’accorciamento muscolare. Inoltre è importante la percezione, l’ascolto, la ricerca delle tensioni nascoste, la ristrutturazione della muscolatura profonda della colonna vertebrale.

I movimenti sono lenti, non traumatici, semplici, mai standardizzati.
La lezione, individuale o di gruppo, non viene preparata in anticipo, ma creata al momento, in base al “qui e ora” dei partecipanti, a ciò che emerge in quel momento dal gruppo.
Per le puerpere non ci sono controindicazioni. Per quelle che hanno avuto un cesareo, è necessario aspettare almeno che vengano tolti i punti.

Loading...
Bio
Ultimi Post
Foto del Profilo
si parla di
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti